La Pro Patria vince ad Alessandria e si prende il quinto posto. Playoff contro la Juve U23

Al "Moccagatta" decide la rete di Latte Lath ad inizio ripresa. I tigrotti scavalcano così il Lecco in classifica, settimana prossima inizia la corsa verso la Serie B

Serie C: Giana Erminio - Pro Patria

La Pro Patria, con un gol di Latte Lath, vince l’ultima partita del campionato ad Alessandria e, grazie alla vittoria dell’Albinoleffe a Lecco, chiude il torneo al quinto posto. I tigrotti affronteranno quindi la decima classificata, la Juve U23 domenica prossima – 9 maggio – allo “Speroni” nel primo turno di play off (orario ancora da definire). Quelli odierni sono tre punti che confermano la bontà del lavoro profondo fatto da Javorcic con il suo gruppo: l’Alessandria, nonostante non avesse più niente da chiedere al campionato, era un’avversaria tosta con la quale si è dimostrato di saper competere: sotto il profilo dell’attenzione così come sotto quello tecnico, per quanto si è visto oggi in campo. 

La Pro pressa subito con decisione, cercando di togliere ossigeno alle linee di rifornimento dei grigi. È un pressing intelligente, che produce la prima occasione del match, al 4’: gioco di gambe di Kolaj in area che poi serve Ferri, il quale con il sinistro non riesce a vincere la doppia opposizione di Pisseri e Cosenza. Le emozione in questo primo tempo saranno poche, rese complicate dalla densità dei giocatori a centrocampo. L’Alessandria tiene per larghi tratti il pallino del gioco giocando in ampiezza, mentre la Pro si chiude diligentemente, da fastidio in pressing e cerca di imbastire una qualche azione offensiva. Al 27’ arriva il secondo sussulto di questo primo tempo, con la traversa colpita da un destro tremendo di Bruccini. La palla sbatte sul legno e ricade fortunatamente tra le braccia di Greco. Successivamente lo stesso portiere controlla facilmente un debole tentativo di testa di Stanco. Al 30’ la Pro Patria si fa vedere con Ferri dalla sinistra  che, con un giro di suola si libera del marcatore e cerca Cottarelli sul palo più lontano. Il tentativo in scivolata dell’esterno non inquadra però la porta. L’Alessandria ci prova per altre due volte prima del duplice fischio, sempre dopo azioni offensive prolungate: al 36’ il mancino di Giorno finisce a lato, mentre al 43’ quello di Bruccini è troppo alto. 

La Pro nella ripresa entra bene e trova il vantaggio dopo pochi minuti: basta una combinazione Kolaj-Latte Lath per lanciare quest’ultimo al tu per tu con Pisseri, che l’ivoriano vince con un destro preciso in diagonale. L’Alessandria prova a rispondere nei monti successivi, ma la retroguardia tigrotaa fa pochi sconti, contribuendo a creare una partita bloccata e povera di emozioni. Al 13’ l’accelerazione di Mustacchio crea il panico, ma il suo cross basso non viene raccolto da nessun compagno e si spegne sul fondo. Poco dopo è Bruccini ad inserirsi in area per poi provare con il rasoterra in diagonale, ma Greco va giù bene e gli sbarra la strada. Con l’andare dei minuti però la stanchezza si fa sentire, così come la qualità dei grigi. Al 34’ ancora Mustacchio si gira bene e calcia con il destro, conclusione a poco precisa che finisce fuori. Tra il 39’ e il 41’ è Greco a salire in cattedra: prima ferma il rigore il movimento di Giorno, che si era trovato una bella traiettoria per penetrare dentro l’area, poi salva sul tiro cross insidiosissimo di Podda dalla destra. L’ultimo sussulto della partita è però affidato ai piedi di Le Noci che, subentrato, al 43’ in ripartenza sfiora il gol con un destro a giro dei suoi. 

CLASSIFICAComo 75; Alessandria 68; Renate 65; Pro Vercelli 63; Pro Patria 61; Lecco 60; Albinoleffe 57; Pontedera 55; Grosseto 54; Juventus U23 52; Novara, Piacenza 49; Olbia 47; Giana Erminio, Pergolettese, Carrarese 44; Pro Sesto 43; Pistoiese 31; Lucchese 31; Livorno 29.

I verdetti del campionato dunque sono: Como promosso direttamente in B, mentre Alessandria, Renate, Pro Vercelli, Pro Patria, Lecco, Albinoleffe, Pontedera, Grosseto e Juventus U23 sono ammesse ai play off. Pistoiese, Lucchese e Livorno, invece, retrocedono tutte e tre in Serie D. I playout non si giocheranno in quanto la Pro Sesto, quartultima, ha uno scarto superiore a 8 punti sulle inseguitrici 

ALESSANDRIA – PRO PATRIA 0-1 (0-0)

Marcatori:4′ s.t. Latte Lath (PPA).

ALESSANDRIA (3-4-2-1): Pisseri (34′ s.t. Crosta); Bellodi, Cosenza, Macchioni; Mora (13′ s.t. Chiarello), Giorno, Bruccini, Celia (22′ s.t. Rubin); Mustacchio, Di Quinzio (34′ s.t. Podi); Stanco (22′ s.t. Arrighini). A disposizione: Di Gennaro, Baschiazzorre. All. Longo.

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Greco, Gatti, Boffelli, Saporetti; Cottarelli (34′ s.t. Molinari), Spizzichino, Nicco, Ferri, Masetti; Kolaj (34′ s.t. Le Noci), Latte Lath (18′ s.t. Castelli). A disposizione: Di Lernia, Compagnoni, Pizzul, Piran, Pisan, Vaghi. All. Javorcic.

ARBITRO: Gemelli di Messina ( Grasso e Piccichè. IV uomo: Fontani di Siena).

Angoli: 0-6. Recupero: 1′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Cottarelli, Saporetti, Nicco (PPA); Giorno, Mustacchio (ALE). Note: Giornata fresca e nuvolosa. Terreno di gioco in ottime condizioni. Gara disputata a “porte chiuse”.

di
Pubblicato il 02 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore