Lo stop a Reithera, le elezioni a Varese, una diretta con Alfa per parlare di acqua nel podcast del 17 maggio

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker, Spotify e sul nostro canale Youtube

Luino Generica

Le principali notizie di lunedì 17 maggio

La Corte dei Conti boccia i fondi al vaccino Reithera. Nessuna conseguenza per i tre varesini coinvolti

La Corte dei Conti blocca il finanziamento italiano per il vaccino Reithera. La decisione dei giudici amministrativi è stata una doccia gelata sulla società di Castel Romano, ma anche sui 25 gruppi di ricercatori in Italia che avevano aderito alla seconda fase sperimentale coinvolgendo mille volontari. Tra questi anche il professor Paolo Grossi, primario della clinica di Malattie Infettive dell’ospedale di Varese, che in un primo tempo era nella cerchia dei valutatori per proseguire come partecipante. Qualunque sia la decisione ultima della ditta, che potrebbe sospendere l’ultima parte dello studio, non ci saranno conseguenze per quanti si erano sottoposti alla sperimentazione. Tra questi ci sono anche tre varesini per i quali proseguirà comunque il monitoraggio.

Indagine sul Pgt a Golasecca, indagati un consigliere, un ex assessore e un ingegnere

La Procura di Busto Arsizio ha avviato una indagine su due diversi filoni riguardanti il Comune di Golasecca, paese vicino a Malpensa.  Una prima ipotesi di reato riguarda una turbativa d’asta, per cui è indagato un consigliere comunale di maggioranza, che si sarebbe intromesso in una procedura comunale d’assunzione. Il secondo filone riguarda invece il Pgt e questioni legate ad edilizia e urbanistica su uno specifico terreno. Per questo secondo troncone dell’indagine sono indagati per corruzione un’ex assessore e un ingegnere libero professionista. L’inchiesta è affidata al sostituto procuratore Nadia Calcaterra.

Daniele Zanzi è il quarto candidato sindaco di Varese 

Dopo la revoca del mandato di vicesindaco a Daniele Zanzi, Varese 2.0 ha deciso di “liberarsi” dall’impegno di maggioranza, e quindi di correre da sola. Candidato sindaco sarà proprio l’ex vicesindaco, sotto il simbolo di Varese 2.0, che illustrerà il programma il 18 giugno, nell’ultima puntata del cantieri civici varesini. “5 anni di lavoro e impegno duro non si possono buttare via – ha detto Zanzi nel corso di una conferenza stampa- . Comunque lo dico fin da subito: non saremo il terzo polo, non saremo le stampelle di nessuno”

Dalle panchine alle bandiere arcobaleno

Una panchina Arcobaleno ai Giardini Estensi, bandiere rainbow esposte in molti comuni della Provincia, il riposizionamento a Varese della targa commemorativa delle vittime omosessuali perseguitate dal nazifascismo che era stata danneggiata l’anno scorso. Sono state diverse in provincia le iniziative organizzate per il 17 Maggio, data importante per la comunità LGBTI+. A Varese l’evento principale è stato l’inaugurazione della panchina arcobaleno che resterà a tempo indeterminato all’interno dei Giardini Estensi.

L’acqua del futuro: ecco di cosa parlerà Alfa nell’incontro dedicato all’oro blu della provincia

Una diretta social ricca di ospiti per spiegare come Alfa srl intenda investire nel bene più prezioso, l’acqua. Una tavola rotonda sui canali di VareseNews e di Alfa srl martedì 18 maggio a partire dalle 14.30. Nel suo Piano Industriale Alfa ha previsto investimenti e nuovi ambiti di intervento per iniziare un percorso verso la sostenibilità, un obiettivo raggiungibile solo con lungimiranza al fine di realizzare l’efficienza della rete idrica, l’ottimizzazione degli impieghi, la riduzione dell’impatto ambientale. L’evento è rivolto a tutti, dai cittadini alle imprese, agli Enti pubblici.

Crodo conferirà la cittadinanza onoraria all’inventore del “Crodino”

Il comune di Crodo, in valle Antigorio, conferirà la cittadinanza onoraria all’inventore del Crodino, Maurizio Gozzellino. L’amministrazione ha deciso di attribuirgli il riconoscimento per aver ideato uno dei simboli dell’aperitivo in Italia e che prende il nome proprio dalla località piemontese. Il Crodino venne lanciato sul mercato nel 1964, dalla Società Anonima Terme di Crodo, specializzata  nella commercializzazione di acque minerali. L’imprenditore, l’industriale Piero Ginocchi, nel Dopoguerra scelse di avviare anche la produzione di bevande a base di erbe e agrumi: tra queste appunto il Crodino, inizialmente denominato Picador che venne poi immesso sul mercato come Biondino e poi Crodino.

Il Podcast che potete ascoltare sulle piattaforme SpreakerSpotifyYoutube

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore