Motomondiale, le MV Agusta cercano il riscatto a Barcellona

Dopo un GP d'Italia ricco di delusioni, le moto varesine tornano in pista in Catalogna per provare a risalire la china con Baldassarri e Corsi

mv agusta motomondiale forward racing 2021

A una sola settimana di distanza dall’ultima gara si torna a correre in un Motomondiale segnato dalla tragica morte dello svizzero Depasquier (Moto3) al Mugello. Piloti e team delle tre classi iridate si sono dati appuntamento sul circuito di Barcellona per un GP di Catalogna che prende il via quest’oggi – venerdì 4 – per concludersi domenica 6 con la giornata di gare.

In Moto2, come di consueto, ci sarà anche la MV Agusta con le sue moto affidate al Forward Racing Team e con una sola parola d’ordine: “riscatto”. La Casa della Schiranna è infatti uscita con le ossa rotte dal Mugello: weekend da incubo tra cadute, mancata qualificazione alle Q2, problemi tecnici e – amaro in fondo – zero punti messi in tasca nonostante ottime premesse.

Una debacle totale quella in Toscana per la squadra corse italo-svizzera che ora ha l’occasione di risollevarsi a pochi giorni di distanza, anche se l’approccio nelle libere sull’asfalto di Catalogna è stato faticoso, con Baldassarri e Corsi sul fondo dello schieramento nella prima sessione. Tempo per recuperare ce n’è, a costo di fermarsi di nuovo nella Q1 con entrambi i piloti: va ricordato che MV Agusta e NTS – i due produttori iscritti alla Moto2 che non hanno ottenuto podi nel 2020 – dal Mugello possono usufruire di alcuni aggiornamenti tecnici che prima erano vietati a causa del “congelamento” dell’evoluzione delle moto deciso per via del Covid.

La gara di Barcellona, per quanto riguarda la classe intermedia, è prevista domenica 6 giugno a partire dalle ore 14,30 e chiuderà il programma del GP di Catalogna visto che la MotoGp si disputerà dalle ore 13. Nella classe regina la vittoria al Mugello ha permesso a Fabio Quartararo di allungare in testa al Mondiale: ora il francese della Yamaha ha 105 punti e precede un terzetto di Ducati formato da Zarco (81), Bagnaia (79) e Miller (74); quinto il campione uscente Mir (Suzuki) con 65. A Barcellona non ci sarà l’altro alfiere Suzuki, Alex Rins, caduto in bicicletta nei giorni scorsi: per lui frattura al radio del braccio destro.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 04 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore