A Carnago rinasce la pallavolo con i diritti per la Serie C femminile

La Eagles Volley della presidente Maria Carchidi ha rilevato il titolo sportivo dell'Insubria Gallarate. Il coach sarà Andrea Ferrari. Collaborazione anche con le Yellow Panthers di Albizzate

eagles volley carnago

Di lunga data e mai sopita, la passione per la pallavolo a Carnago torna a farsi sentire in modo deciso. Grazie all’incontro tra quattro soci e a tanto entusiasmo per le sfide sotto rete, nella cittadina del Varesotto tornerà a essere presente una società di volley che comincerà la propria attività senior dalla Serie C femminile.

La nuova Eagles Volley ASD ha infatti acquisito i diritti in possesso dell’Insubria Volley Gallarate per disputare quel torneo, oltre ad aver avviato – da aprile – una collaborazione con le Yellow Panthers di Albizzate che disputano i campionati di 1a Divisione e di Serie D per portare avanti un progetto condiviso.

«Mi ritengo molto soddisfatta dei risultati raggiunti fin ora. Sono cosciente del lavoro e dell’impegno che è stato svolto fino ad oggi per arrivare a questo punto, ma soprattutto di quello che ci vorrà per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti – spiega la neo presidente Maria Carchidi – Tengo a ringraziare tutti coloro che hanno creduto in questo progetto partendo da Dante Bollini, che purtroppo ci ha lasciati da poche settimane, al mio vice Carlo Rossi, agli allenatori Andrea Ferrari, Simona Malafronte e Alessandro Guzzetti. Stiamo per iniziare una bella e grande avventura ed invito tutti a seguirci con grande entusiasmo venendo a conoscerci e sostenendoci attraverso i nostri canali social».

Coach Ferrari (ex Albizzate) sarà l’allenatore della squadra di punta, la Serie C, che schiererà in campo tra le altre la palleggiatrice Francesca Vergeat (classe ’99), la schiacciatrice Camilla Balzarini già vista nell’Insubria Gallarate e il libero Erika Aieta (classe ’98), ex Albizzate e Sumirago.

Al di là dell’attività prettamente agonistica però, la Eagles Volley si propone di arrivare a tutte le ragazze “dai 6 ai 70 anni e oltre”. All’orizzonte ci sono anche l’intenzione e la volontà di arrivare a creare gruppi di sitting volley, ovvero la pallavolo paralimpica dedicata a bambini e ragazzi con disabilità motorie. Infine c’è la volontà di sperimentare anche un approccio con i bambini autistici, attraverso il supporto di un gruppo di professionisti del settore: percorso impegnativo che il club intende portare avanti a lungo termine.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore