In bici sui Percorsi partigiani

Torna l'iniziativa promossa dalle sezioni Anpi del territorio e dall'Ecoistituto della valle del Ticino: tre diverse "colonne" si riuniranno verso la mitica base della Cascina Leopoldina

bicicletta partigiani

Dopo la parentesi “virtuale” dell’edizione precedente, causa pandemia, quest’anno riprende la tradizionale biciclettata nei luoghi della Resistenza promossa dalle sezioni Anpi del Castanese.

Appuntamento per domenica 11 luglio, per la 15ma edizione di “Percorsi Partigiani”, un percorso commemorativo in bici che tocca luoghi simbolo della Resistenza nel territorio del Castanese.

La bicicletta è uno dei simboli della lotta partigiana: era il mezzo dei giovani che andavano verso la montagna, era il mezzo d’assalto dei Gap nelle città, era il messaggero su cui le staffette – soprattutto ragazze e donne – portavano gli ordini. Un mezzo fragile – al confronto con panzer, autoblindo e aerei bombardieri – ma potente.

“In tempi di indifferenza, paura del diverso e dello straniero, scarsa conoscenza dei valori promulgati dalla nostra Costituzione, è importante ricordare per cosa si sono battuti, più di 75 anni fa, molti giovani che hanno sacrificato la loro vita per un’Italia che avrebbero voluto vedere giusta, accogliente e libera”.

La giornata all’aria aperta (nel rispetto delle norme Covid) “per condividere valori come libertà e antifascismo” prevede la confluenza da tre punti di partenza diversi: una “colonna” partirà alle 9.30 da piazza Costituzione a Vanzaghello e toccherà alle 10 il “muro dei tre martiri” a Castano Primo, l’emozionante tratto di muro dove furono fucilati tre giovani.

Un altro gruppo partirà invece alle 9 da Turbigo (piazza Primo Maggio) e un altro ancora si muoverà invece da Casorezzo, con ritrovo alle 8, passando poi per Inveruno alle 8.30 (piazza Crocifisso) e Cuggiono (ore 9, piazza Vittoria): questi due gruppi si congiungeranno alla Padregnana, al monumento dei tre giovani partigiani di Rho uccisi e gettati nel naviglio.

Le tre “colonne” si riuniranno poi a Cuggiono, alle 10.45, alla lapide che ricorda Giovanni Rossetti e da qui raggiungeranno poi alle 11 la Cascina Leopoldina, celebre base partigiana ai margini dell’abitato di Cuggiono.

Al termine del percorso – alle 12- sarà possibile fermarsi per un pic-nic nel bellissimo parco di Villa Annoni a Cuggiono.

È richiesto un contributo organizzativo di 5 euro. In caso di maltempo, il ritrovo per commemorazione è alla Cascina Leopoldina. Info: Bruno 3923449879 o Piergiorgio 3311011522

Promosso da Anpi ed Ecoistituto della valle del Ticino, con i patrocini dei Comuni di Arconate, Buscate, Casorezzo, Magnago, Robecchetto con Induno, Vanzaghello.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore