Varese News

Cassani: “Parcheggio più facile, introdurremo il Bollino per i residenti del centro”

Consentirà di parcheggiare gratis fino alle 9 e dalle 19. È una delle novità promesse dal centrodestra in termini di servizi. Insieme al nuovo sportello Aler

gallarate generico

Un “Bollino residenti”, per consentire il parcheggio gratuito dell’auto di prima mattina (fino alle 9) e prima di cena, anche sulle strisce blu. È uno dei punti annunciati dal centrodestra per Andrea Cassani, in vista delle elezioni amministrative 2021 a Gallarate.

Non è una novità assoluta, ma entra nelle proposte elettorali della coalizione di centrodestra: «Consentirà di godere dell’estensione della gratuità della sosta al mattino fino alle 9:00 e alla sera dell’anticipo dell’esenzione del pagamento dalle 19:00; ciò garantirà un risparmio a chi non ha parcheggi gratuiti nei pressi della propria abitazione». Non prevedendo posti auto dedicati ai residenti, l’esenzione in tali fasce orarie non inciderà sul numero di parcheggi funzionali alle attività commerciali del centro».

Il centrodestra annuncia il provvedimento nel capitolo dei servizi comunali.
E anche su questo capitolo riepiloga il lavoro fatto negli ultimi cinque anni: «Uno dei punti più virtuosi di questo quinquennio è certamente l’aver migliorato il rapporto e i servizi ai cittadini, un’efficiente comunicazione con i cittadini consente all’ente di avere una visione diretta e chiara della società, permettendo all’amministrazione di rispondere celermente alle esigenze della comunità» dice Cassani.

Si parla della accelerazione al processo di digitalizzazione, con l’introduzione dei certificati online e la possibilità di gestire le prenotazioni e i pagamenti tramite sistemi informatizzati.

«Un ulteriore importante cambiamento ha riguardato l’estensione del 30% dell’orario di ricevimento al pubblico degli uffici comunali e della biblioteca, così da venire incontro ai cittadini che lavorando non avrebbero modo di accedere a tali servizi all’interno dei consueti orari. Considerando l’ascolto dei cittadini fondamentale, abbiamo creato il servizio del “segnalagallarate” che ha permesso di risolvere con rapidità diversi problemi nonché di programmare gli interventi straordinari sulla base delle richieste ricevute».

In termini di efficienza digitale, viene citata la «corretta diffusione delle informazioni attraverso strumenti come la Newsletter innovativa, che permette l’auto-profilazione, e i canali social (Facebook, Instagram, Telegram)», oltre all’introduzione – durante la pandemia – del sistema di telecomunicazione emergenziale (Alert System) «che ha consentito di avvisare 12.500 cittadini, sia attraverso le utenze telefoniche fisse che mobili».

«Nel periodi di lockdown l’amministrazione è stata supportata dalla Protezione Civile: anche rispetto ad altri Comuni Gallarate si è distinta nell’aiuto alle persone che avevano bisogno di sostegno» aggiunge Evelin Calderara, consigliera comunale uscente della Lega.

Calderara cita anche un altro servizio attivato negli ultimi anni, la Baby Card «un intervento economico (a sostegno di chi ha avuto un terzo o quarto figlio, ndr) che è un piccolo riconoscimento per le giovani famiglie, che è stato gradito dai gallaratesi».

E per il prossimo quinquennio?
«Per il futuro della nostra città un nostro obiettivo strategico sarà l’attivazione di uno sportello digitale per i cittadini per poter interloquire tramite device (pc, tablet, smartphone) e con modalità tecniche facili con tutti gli uffici comunali, con orari differenziati per gli appuntamenti e per l’accesso libero; attiveremo inoltre uno sportello telematico per la presentazione diretta di richieste e di eventuali allegati tramite la compilazione di modelli online in sostituzione di tutti i moduli attualmente utilizzati dal Comune».

Non solo digitale però: «Intendiamo anche attivare un nuovo sportello per gli inquilini di case Aler» continua Calderara. «L’abitante delle case Aler potrà rivolgersi qui per segnalare i disservizi e ottenere che vengano avviati gli interventi necessari. Contiamo di far partire il servizio tra settembre e ottobre».

«Questo non è un programma elettorale di sogni: sono tutti punti e progetti, anche semlici, che sono fattibili» conclude Calderara. «Invito per questo tutti a leggere il programma elettorale del centrodestra, con iniziative vere e non sogni irrealizzabili».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore