Varese News

Dopo l’ultimo scontro in via Egeo a Crenna: “Servono i dossi”

Gli abitanti della strada "bassa" di Crenna chiedono un intervento per limitare la velocità, considerata principale responsabile degli incidenti

incidente  Crenna

«Qui servono i dossi, è l’unica soluzione». I residenti di via Egeo a Crenna di Gallarate tornano a chiedere provvedimenti contro la velocità eccessiva dei veicoli, sulla strada che attraversa la parte “bassa” del rione.

Dopo il ribaltamento all’altezza dello stabile ai civici 61-63, in molti ribadivano la richiesta. «Già il sindaco prima, Guenzani, aveva messo i bidoni arancioni, ma non funzionano: qui si continua a correre. L’unica soluzione sono i dossi. Oppure controlli continui» dice un residente.

La via Egeo è usata spesso come alternativa alla più trafficata via Monte San Martino, nelle ore di punta. Ma nel caso dell’incidente del pomeriggio di martedì 24 agosto non è stato certo così, non c’era traffico da evitare. Così come non lo era in occasioni di precedenti incidenti avvenuti nel cuore della notte, favoriti solo dalla conformazione della strada e da una guida troppo “sportiva”.

Una residente del civico 63 mostra l’ingresso della palazzina, appena oltre la scia di vetri rotti dell’ultimo incidente: sulle piastrelline marroni c’è il segno evidente di un impatto violento. «Eravamo rientrati da pochi secondi, un’auto è arrivata e si è schiantata sul muro». L’episodio risale a prima del 2008, va detto, a vedere le foto di Google Street.

Scontro via Egeo Crenna

Però tutti concordano sul fatto che sono stati numerosi gli incidenti, a volte con feriti, a volte finiti con l’auto danneggiata ma senza altri danni alle persone.

Contribuisce anche l’andamento della via: la strada sembra rettilinea – parallela alla strada principale verso Besnate – ma in realtà è caratterizzata da continue curve, che impediscono la visuale a lunga distanza e a volte rendono difficile anche l’uscita dalle laterali (come nel caso di via Monsignor Schiavini). Ma non sarebbe di per sé una situazione pericolosa, se non ci fosse poi di mezzo la velocità. «Per questo servono i dossi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore