Varese News

In acqua nel Ticino perde conoscenza per un malore, salvato dai bagnanti finisce in ospedale a Milano

Un 53enne, entrato in acqua per refrigerarsi, si è sentito male. La scena è stata vista da altri bagnanti che hanno prestato i primi aiuti. L'elisoccorso l'ha poi portato all'ospedale di S.Carlo in codice giallo

elisoccorso cocquio trevisago

Ennesimo allarme per un uomo in difficoltà nelle acque del Ticino, oggi pomeriggio, martedì 17 agosto. L’intervento dei soccorritori è avvenuto a Cuggiono in una zona conosciuta per la balneazione.

Protagonista della vicenda un uomo di 53 anni. Attorno alle 15.30, è entrato in acqua per refrigerarsi, ma è svenuto a causa di un malore. Lanciato l’allarme, è stato soccorso da altri bagnanti. Sul posto, sono arrivati una ambulanza della Croce Bianca di Magenta,  l’elisoccorso che ha portato l’uomo all’ospedale S.Carlo di Milano, in codice giallo, e una pattuglia dei carabinieri di Legnano.

Il caso odierno è soltanto l’ultimo di una serie di soccorsi prestati a persone finite nelle acque di fiumi e canali. Oggi, è andata bene, ma ricordiamo tragedie come quella di Nosate, con vittima un legnanese di 75 anni, oppure quella di Ferragosto, a Turbigo, quando nel Ticino è deceduto un 30enne.

Tragedia nel Ticino a Turbigo: annega un trentenne, salvo l’amico che si era tuffato con lui

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 17 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore