Cannabis, alla Camera primo sì alla coltivazione in casa

In commissione Giustizia della Camera approvato il testo base sulla cannabis che consente la coltivazione domestica fino a quattro piante e aumenta le pene legate allo spaccio

cannabis

La commissione Giustizia della Camera ha approvato il testo base per una nuova legge cannabis. Il testo consente da un lato la possibilità di coltivare fino a 4 piante ‘femmine’ in casa e diminuisce le sanzioni per i fatti di lieve entità e dall’altro prevede l’inasprimento delle pene –da 6 a 10 anni– per i reati connessi a traffico, spaccio e detenzione ai fini di spaccio.

«Si depenalizza la coltivazione di non oltre 4 piante ‘femmine’ in casa -annuncia il presidente della commissione Mario Perantoni (M5s), che è anche relatore del provvedimento- È un risultato importante, ottenuto sulla scia della giurisprudenza della Corte di Cassazione ma anche grazie alla capacità dei gruppi parlamentari di confrontarsi e trovare una sintesi ragionevole. La coltivazione in casa di canapa –ha aggiunto– è fondamentale per i malati che ne devono fare uso terapeutico e che spesso non la trovano disponibile oltre che per combattere lo spaccio ed il conseguente sottobosco criminale».

Hanno votato contro la Lega, FdI, Coraggio Italia e FI (con l’eccezione di Elio Vito). Italia viva si è astenuta, mentre hanno votato a favore tutti gli altri, dal radicale Riccardo Magi (promotore di una delle proposte confluite nel testo base) al M5s, Pd e Leu.

Ora, dopo la votazione del testo base, dovrà essere fissato il termine per presentare gli emendamenti che dovranno essere discussi in commissione. Solo successivamente si potrà andare al voto in Aula e poi inviare l’intero dossier al Senato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore