Centro Popolare Gallarate si presenta: “Più figli e meno tasse”

La lista Centro Popolare Gallarate si è presentata ai gallaratesi. Capolista Donato Lozito: "Altri 5 anni di crescita e prosperità"

Centro Popolare Gallarate presentazione

«Siamo persone appassionate di politica e del bene della città che porteranno la visione cristiana in consiglio»: la lista Centro Popolare Gallarate si è presentata agli elettori questa mattina, sabato 11 settembre, in piazza Libertà.

Una lista moderata e di centro che sostiene il sindaco uscente Andrea Cassani, il cui capolista è Donato Lozito (presidente del consiglio comunale uscente): «Abbiamo tanta sostanza e tanta capacità, tanta voglia e passione di dare a Gallarate quello che si merita».

Cassani ha ringraziato i candidati al consiglio comunale, che sono stati i primi insieme a alla Lega a sostenere la ricandidatura: «Vi ringrazio per tre motivi: la correttezza del capolista per essersi distinto nei 5 anni di consiglio comunale; la preparazione di un gruppo numeroso: sono rimasto impressionato dalla qualità del dibattito interno degli scorsi mesi; e poi da subito hanno scelto di risostenermi, sono stati i primi insieme alla Lega a sostenermi».

I valori alla base della lista sono la famiglia  e la cristianità, «che aggiungeranno plusvalore al consiglio comunale».

“La buona politica di centro”

Presenti al gazebo elettorale Andrea Brenna, segretario nazionale del Popolo della famiglia, e l’onorevole Carlo Senadli di rinascita Democrazia Cristiana, due partiti che appoggiano la lista gallaratese. Senaldi ha rivendicato la posizione della lista al centro: «Il centro esiste in questa lista: voi avete la possibilità di essere bravi sostenendo il sindaco e inserendovi nella realtà di Gallarate che ha delle prospettive davanti che devono essere affrontate».

La Dc e “Popolo della famiglia” si alleano con Donato Lozito: “La vera novità di queste elezioni”

Così il segretario Brenna:«Siamo convintamente in questo schieramento, la vena più bella della Lombardia (moderazione e impresa). Non esistono estremismi, esiste solo la buona politica. Il nostro obiettivo è riportare il senso della buona politica e sosteniamo Andrea Cassani che ha saputo gestire bene il Covid: Gallarate è una delle città lombarde che ha bisogno di rimettere al centro la politica buona. Prospettiva verso i cittadini di una politica amica, vicina, semplice e accessibile. Basta burocrazie nei confronti delle famiglie (quoziente famigliare in programma): più figli e meno tasse che riporterà Gallarate verso la prosperità. Altri cinque anni di crescita e prosperità».

Centro popolare ha incassato anche l’endorsement dell’assessore regionale Raffaele Cattaneo: «Questa è la lista in cui si riconosce Noi con l’Italia. Perché votare una lista di centro quando ci sono estremismi? Puntiamo sui valori del centro e la lista non è nostalgica. È una fortuna che a Gallarate ci sia una lista che si richiama ai valori di tradizione cattolica e laica-riformista. Nella storia italiana la cultura politica che ha fatto grande l’Italia è la Dc, seguita poi da Forza Italia e dal Popolo della Libertà. Vengono prima la persona e la famiglia della società. Il ruolo dell’amministrazione è aprire spazi ai soggetti e non di calare dall’alto le idee. Noi riteniamo che in politica l’altro non è un nemico da abbattere, bisogna rispettare l’altro».

I candidati

1. Donato Lozito
2. Luigi Ettore Mario Galluppi
3. Guido Senaldi
4. Davide Bianchi
5. Emanuela Armonti
6. Paola Barcella
7. Achille Beia
8. Fabio Bianchi
9. Adalberto Canavesi
10. Lorenzo Ciampolli
11. Marina Figini
12. Gloria Maria Fornasieri
13. Alessio Forni
14. Elisa Iuzzolino
15. Giorgio Luoni
16. Vittorio Macchi
17. Paola Nicora
18. Anselmo Palmieri
19. Marianna Patruno
20. Mariangela Puricelli
21. Alberto Ronzi
22. Francesco Rossi
23. Francesco Rubino
24. Anna Trapanese

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 11 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore