Varese News

Chiude la piscina di Jerago con Orago, Gestisport stroncata dalla crisi Covid

La piscina è chiusa da venerdì 7 gennaio, ma il sindaco Aliverti dichiara di aver individuato il nuovo gestore

palestra jerago con orago

Con il fallimento di Gestisport, la società che aveva in mano la gestione della piscina di Jerago con Orago, la struttura è chiusa da questa mattina, venerdì 7 gennaio.

Il tribunale di Milano ha ordinato la cessazione di esercizio provvisorio.

Il sindaco del paese, Emilio Aliverti, rassicura di aver tempestivamente individuato un nuovo gestore grazie alla legge 50/2016: «che permetterà la ripresa celere dell’attività dell’impianto, la salvaguardia dei livelli occupazionali e la conseguente erogazione dei servizi previsti alla numerosa utenza di una delle strutture più moderne e tecnologicamente all’avanguardia del territorio. Nei primi giorni della prossima settimana, l’amministrazione comunale incontrerà i rappresentanti della nuova società di gestione, per definire tempi e modi della ripresa dell’operatività. I dettagli di quanto stabilito saranno tempestivamente comunicati».

Prima della crisi del Covid-19, che ha messo a dura prova il settore delle piscine, nel 2018 la struttura era al centro del dibattito politico tra Gallarate e il paese vicino: se la piscina gallaratese, nel quartiere Moriggia, stava vivendo una forte crisi in quanto chiusa da due anni e mezzo, mentre quella di Jerago, appena aperta, stava attraendo sempre più iscritti.

di
Pubblicato il 07 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore