Varese News

Le scritte naziste, le novità di Openjobmetis e il nuovo polo culturale a Vedano nel podcast del 13 gennaio

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker e Spotify

Vedano Olona - Villa Fara Forni

Le principali notizie di giovedì 13 gennaio nel podcast quotidiano di VareseNews

Scritte naziste sulla sede del Pd a Varese, il sindaco: “Un atto grave, vile e vergognoso”

«Un atto grave, vile e vergognoso». Ha commentato così il sindaco di Varese Davide Galimberti le scritte naziste comparse sui muri della sede del Pd varesino, in via Monte Rosa, nella serata di mercoledì 12 dicembre.
«Non solo sono stati imbrattati muri con simboli che appartengono ad un’epoca tragica della nostra storia, ma anche frasi che in modo criminale erano nei luoghi dove milioni di persone hanno perso la vita per mano di criminali nazisti. Tutto questo è gravissimo e mi auguro che i responsabili siano al più presto individuati. Al Pd esprimo tutto la mia solidarietà a nome della città di Varese e mi auguro che lo stesso venga fatto da tutte le forze politiche. A Varese non c’è spazio per questi atti». Tra i primi rappresentanti, il segretario cittadino della Lega Marco Pinti, che ha espresso: «Solidarietà al PD per quanto accaduto. A Varese il confronto tra forze politiche è vivace, ma non ci sarà mai spazio per chi alimenta minacce e clima d’odio.»

Approvato il progetto per Villa Fara Forni, diventerà il polo culturale di Vedano Olona

Il Comune di Vedano Olona mette mano al progetto, coltivato da anni, per la ristrutturazione e la valorizzazione di Villa Fara Forni, il bell’edificio storico, oggi sede della biblioteca comunale, che diventerà così il polo culturale del paese. Il progetto, che prevede un investimento di un milione e 100mila euro è stato presentato questa mattina a Regione Lombardia per la partecipazione ad un bando che potrebbe finanziare al 50% l’intervento.

Messa in sicurezza della Sp2, istituzioni sul luogo dell’incidente mortale di Venegono Superiore

Regione, Provincia e Comune si sono trovati insieme sulla provinciale a Venegono superiore per valutare come mettere in sicurezza il tratto di strada che è stato luogo dell’incidente mortale che è costato la vita al ciclista Domenico Presti.
Sul posto si sono trovati, alla presenza anche della figlia della vittima, la vicepresidente del Consiglio regionale Francesca Brianza, il vicesindaco della Provincia Alberto Barcaro e il sindaco Ambrogio Crespi: tra Gli interventi ipotizzati ci sono una diminuzione del limite di velocità, portandolo dagli attuali 90 a 50 Km/h e un potenziamento dell’illuminazione pubblica partendo dal centro abitato. Verrà inoltre avviato uno studio per la realizzazione di una pista ciclopedonale che favorisca una mobilità dolce e in sicurezza verso il centro del paese: un’opera che andrebbe inoltre a collegare le due banchine presenti sulla tratta, molto utilizzate dagli studenti che prendono il pullman per andare a scuola.

Openjobmetis, un altro acquisto: presa la guardia Justin Reyes

La rivoluzione in casa Pallacanestro Varese prosegue e questa volta riguarda la squadra: in arrivo alla Openjobmetis c’è un nuovo straniero, l’americano Justin Reyes, guardia ala con origini portoricane e dominicane. 26 anni, Reyes stava giocando a Città del Messico in Gleague, il campionato di sviluppo organizzato dalla NBA. Oggi intanto è arrivato in città Johan Roijakkers, il nuovo coach olandese che ha sostituito l’esonerato Adriano Vertemati. Roijakkers ha diretto il primo allenamento e domani sarà presentato alla stampa. Infine alla società è stato aggiunto un nuovo general manager, l’italo-americano John Arcieri, forte di una lunga esperienza dirigenziale in NBA soprattutto tra New York e Orlando. Sabato, intanto, la squadra tornerà a giocare in casa contro l’Umana Venezia, ma sarà ancora ridotta a otto giocatori senior in attesa dell’arrivo di Reyes e di un pivot. Sempre che non ci siano altri interventi sulla rosa biancorossa.

Al Nuovo di Varese va in scena l’orgoglio culturale varesino

Riportare il cinema Teatro Nuovo alla sua dimensione teatrale, ospitando produzioni originali, in molti casi varesine, a tutto tondo che spaziano tra il teatro, la musica, la lirica, la danza e il cinema: è questo l’obiettivo di RE-Live, la rassegna che avrà sede nello storico teatro di viale dei Mille. Con ben 16 appuntamenti si apre giovedì 20 gennaio a Varese la nuova rassegna “Varese RE-Live”, che si concluderà il 26 maggio.
Il fitto calendario prevede una programmazione dove non mancano le novità assolute, come l’avvio del progetto InOpera Barocca. La rassegna è un piacevole mix non solo di stili ma anche di proposte “a chilometro zero” insieme a risultati di interessanti partnership, come quella con il Teatro Menotti o il teatro dell’elfo di Milano. L’intero programma si trova nell’articolo di VareseNews.

Potete ascoltare il podcast sulle piattaforme Spreaker e Spotify

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore