Varese News

Addio ad Ebe Paola Piccoli, fu preside di liceo e consigliere comunale di Gallarate

La città perde un personaggio di valore, una donna che ha dato molto al mondo culturale e politico. Nel 2011 fu insignita della "targa dei due galli"

Primo giorno di scuola ai licei di Gallarate
È scomparsa Ebe Paola Piccoli, preside del liceo di Viale dei Tigli a Gallarate ed ex consigliere comunale.
La città perde un personaggio di valore, una donna che ha dato molto al mondo culturale e politico. Nel 2011 fu insignita della “targa dei due galli” riconoscimento assegnato a persone che si siano distinte nei più vari campi portando giovamento alla comunità cittadina.
Questo il ricordo di Angelo Protasoni, ex assessore di Gallarate: «La città di Gallarate perde, con la scomparsa della professoressa Ebe Paola Piccoli, una grande donna, esponente di spicco della Cultura e del pensiero laico.
La scuola perde una educatrice colta e appassionata che ha trasmesso un messaggio importante a centinaia di giovani studenti e a tanti insegnanti.
La politica gallaratese perde una amministratrice severa, rigorosa e competente.
I mazziniani e repubblicani gallaratesi piangono l’amica e maestra.
Che la terra ti sia lieve, Ebe».
La professoressa Piccoli ricevette la benemerenza civica nell’anno che vedeva il Liceo di viale dei Tigli arrivare al traguardo dei 50 anni d’attività. Punto di riferimento per generazioni di studenti e insegnanti, Ebe Paola Piccoli si è brillantemente laureata, nel 1951, in Lettere Antiche all’Università Cattolica di Milano. Professoressa inizialmente in forza al Liceo Classico di Busto Arsizio, fra 1953 e 1956 ha insegnato alla Scuola Italiana di Buenos Aires.

Tornata in Italia, ha avuto esperienze lavorative al Liceo Scientifico di Varese e al Classico di Novara. All’inizio degli anni Sessanta cominciò la sua attività al Liceo Scientifico gallaratese, prima come professoressa di Lettere, poi, dal 1980 al 1992, come preside.
Animata da passione civile oltre che da quella per l’insegnamento (è stata consigliere comunale a metà degli anni Settanta per poi ricoprire il ruolo di assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione al Comune di Gallarate nella decade successiva) è ricordata da tanti concittadini per la professionalità, l’intelligenza, l’attenzione riservata a studenti e professori, la capacità di aggiornare tempestivamente la proposta formativa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore