Corsa contro la Fame: a Lonate una giornata di sport per la solidarietà

L’iniziativa, promossa ogni anno all’interno delle scuole italiane da Azione contro la Fame e patrocinata dal CONI, rappresenta il progetto didattico, sportivo e solidale più grande al mondo

alimentazione fame nel mondo

Sensibilizzazione in aula, mobilitazione giovanile e attività sportiva all’aperto. Oltre mille e duecento scuole, di ogni ordine e grado, insieme per le comunità più povere del mondo colpite dalla fame e dalla malnutrizione infantile: l’istituto “Carminati” di Lonate Pozzolo partecipa alla corsa contro la fame. 

L’iniziativa, promossa ogni anno all’interno delle scuole italiane da Azione contro la Fame e patrocinata dal Coni, rappresenta il progetto didattico, sportivo e solidale più grande al mondo. Nell’istituto lonatese l’evento si terrà sabato 14 maggio (in caso di pioggia il 21 maggio ) dalle ore 9.30 (per la primaria) e dalle 10 (per la secondaria) fino alle 11.30 in via Gaggio.

A livello nazionale, sono oltre 1200 le scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado che hanno scelto di aderire a un evento di sensibilizzazione e di sport: dalla sua nascita ha coinvolto in tutto il mondo più di sette milioni di studenti di oltre 28 mila scuole. Un vero e proprio movimento di studenti “podisti”. In Italia, questo anno 120 mila gli studenti di oltre 450 Istituti comprensivi nelle prossime settimane daranno vita ad una grande corsa solidale in 82 città italiane.

LE SESSIONI DI SENSIBILIZZAZIONE

Nelle scorse settimane, l’organizzazione ha avviato un percorso didattico di sensibilizzazione in aula o in dad: più di 4mila 300 ore di incontri sono state tenute dagli esperti di Azione contro la Fame con l’obiettivo di illustrare ai più giovani le cause strutturali e le conseguenze della fame, una piaga contemporanea che colpisce 811 milioni di persone nel mondo. Ogni scuola ha potuto, inoltre, approfondire l’argomento grazie alle attività didattiche presenti nel kit didattico di educazione civica fornito dall’organizzazione.

IL PASSAPORTO SOLIDALE E LA GIORNATA FINALE

Dopo questa prima fase di formazione, i ragazzi sono pronti a mobilitarsi per diventare parte attiva del progetto: tramite il “passaporto solidale” e i materiali video forniti, coinvolgono familiari, vicini di casa e amici sulle tematiche affrontate.

Ci si avvicina così alla giornata finale, che consiste in una corsa all’interno della brughiera, un percorso di circa 4 chilometri in via Gaggio.

I bambini della primaria parteciperanno alla corsa finale accompagnati da genitori, parenti e amici: quanti più partecipanti ci saranno, tanti più soldi saranno raccolti; i ragazzi della secondaria si mobiliteranno per cercare quanti più sponsor possibili per la propria partecipazione alla corsa.

Nell’istituto Carminati l’evento si terrà il  14 maggio (in caso di pioggia il 21) dalle ore 9.30 (per la primaria) e dalle 10 (per la secondaria) fino alle 11.30 in via Gaggio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore