Varese News

Orgoglio e commozione alla festa per i 170 anni della Polizia di Stato a Varese

La cerimonia si è tenuta nella splendida cornice del Salone Estense e negli antistanti Giardini, tra il ricordo di chi non c’è più e l’onore per chi ha avuto comportamenti eroici

la cerimonia per i 170 anni della Polizia di Stato

La splendida cornice del Salone Estense, e una giornata straordinariamente bella e primaverile, hanno accolto le celebrazioni del 170esimo anno di vita della Polizia di Stato.

Se all’esterno, i giardini hanno ospitato i gazebo che hanno mostrato alla cittadinanza il lavoro di alcune delle sezioni più impegnate contro il crimine – dalla polizia scientifica agli artificieri – all’interno si consumava una sentita cerimonia che, salutata dai messaggi del presidente dalle Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del capo della polizia Lamberto Giannini, ha fatto il punto di questi ultimi anni, premiato gli atti ieroici, salutato i colleghi caduti. 

Dalla maxi rissa di Gallarate agli arresti per rapina. Il bilancio del 2021 della Polizia di Stato

“Sono 34mila i poliziotti che hanno contratto il virus, e 20 di noi hanno perso la vita per questo – ha spiegato Lamberto Giannini nel suo messaggio – E’ per questo che il presidente della Repubblica ha concesso oggi alla nostra bandiera la medaglia d’oro al valore civile, per il servizio reso durante il covid. Prepariamoci, perché avremo ancora tempi complicati, dovremo essere duttili e resilienti. Ma questo permetterà al Paese di cogliere l’occasione di crescita del nostro paese rappresentato dal piano nazionale di ripresa e resilienza”. 

“Oggi più che mai la Polizia è al servizio delle istituzioni democratiche e dei cittadini. La Polizia di Stato oggi più che mai è esserci sempre, come dice il nostro attuale motto. Sarebbe un motto vuoto, se non si mettessero i contenuti: sembrerebbe un motto impossibile da mettere in pratica, impossibile da soli, ma possibile insieme” ha spiegato il Questore Michele Morelli. 

In quest’ultimo periodo, ha spiegato il Questore, sono state controlate più di 2 milioni di persone, considerando anche l’attività di Malpensa, e le sanzioni comminate  sono state 3500: “Un numero che dice molto sul comportamento degli abitanti di questa bellissima provincia”. Il trend dei reati è in discesa, “Un freno imposto dal covid, ma non solo” sottolinea il questore, che si dispiace della “Ancora  marcata diffusione della tossicodipendenza, non meno pericolosa del secolo scorso e dei reati di violenza di genere e di truffe agli anziani, reati ignobili perché contro soggetti deboli”.

L’ultimo pensiero è stato però per Fabio Mondora l’ex dirigente della Mobile varesina che ha appena perso la sua ultima battaglia contro il male: “Un pensiero grato per l’apporto fornito alla Polilzia di Stato, cui è stato profondamente legato, anche negli ultimi sofferti giorni”.

Alla moglie di Fabio Mondora è stato consegnato un encomio alla memoria, tra gli applausi dei partecipanti, nel momento in cui sono stati ricordati gli episodi di valore più recenti dei militari in forza alla questura di Varese.

di divisionebusiness@varesenews.it
Pubblicato il 12 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore