Varese News

Umiliazioni e pugni alla moglie davanti ai figlioletti a Busto Arsizio. I tre trovano rifugio in una struttura protetta

Quando la misura è stata colma, dopo diversi interventi delle pattuglie e denunce più volte presentate e ritirate, la vittima ha finalmente deciso di sottrarsi alla furia del marito e di accettare per sé e i figli un nuovo futuro

violenza donne

Da tempo gli agenti del commissariato della polizia di stato e la Procura della Repubblica di Busto Arsizio cercavano di fare luce sulle dinamiche di un nucleo familiare composto da cittadini di un paese dell’Europa dell’est nel quale l’uomo, secondo quanto riferito a più riprese e non senza ripensamenti dalla moglie, maltrattava la donna anche in presenza dei due figli minorenni.

Si tratta di maltrattamenti che, secondo le ricostruzioni, duravano da anni e che, alimentati anche dal frequente consumo di alcool, si erano riacutizzati negli ultimi tempi concretizzandosi, oltre che in offese, minacce e umiliazioni – l’uomo tradiva ripetutamente la moglie mostrandole le foto che lo ritraevano con le sue amanti – in aggressioni fisiche con pugni, schiaffi e mani strette intorno al collo.

Quando la misura è stata colma, dopo diversi interventi delle pattuglie e denunce più volte presentate e ritirate, la vittima ha finalmente deciso di sottrarsi alla furia del marito e di accettare per sé e i figli, fortemente traumatizzati dalle esperienze vissute, il collocamento in una struttura protetta sotto l’egida dell’associazione Eva onlus. Nei giorni scorsi all’uomo, in attesa del processo per maltrattamenti, è stata notificata dai poliziotti la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento a moglie e figli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore