Da Milano Malpensa alla scoperta di Baku, la scintillante capitale azera

Dal 21 maggio Azerbaijan Airlines riapre la rotta bisettimanale Milano Malpensa verso la splendida Baku, metropoli all’avanguardia ma con il cuore antico

Baku

Scintillanti grattacieli, imponenti palazzi sovietici ma anche tramonti unici ed inconfondibili vi aspettano a Baku, nuova grande meta del turismo d’oriente, ora più vicina anche all’Italia (foto wikimedia).
Dal prossimo maggio riprenderanno infatti i voli da Milano Malpensa verso la capitale azera Baku e saranno garantiti dalla compagnia Azerbaijan Airlines.

I voli da Malpensa partono dal 21 maggio: avranno frequenza bisettimanale, il mercoledì e il sabato, e verranno impiegati i nuovissimi Airbus A320.
Comodissimi saranno anche i collegamenti diretti per Tbilisi (che non ha connessione diretta con Malpensa) e Dubai.

Baku è la capitale del giovane stato dell’Azerbaijan: situata nella zona orientale del paese si affaccia direttamente sul Mar Caspio. Conosciuta come la “Città dei venti” per via della forte ventosità, Baku è famosa per il suo particolare paesaggio architettonico, per cui secondo molti il suo soprannome deriva anche dalle forme stravaganti degli edifici.

In visita a Baku

Il grande complesso di edifici che rappresenta la modernità e l’innovazione di Baku sono le Flame Towers: inaugurate nel 2012, le torri sono un complesso di tre grattacieli di altezze diverse che offrono una vista spettacolare sulla capitale dell’Azerbaijan. La sera le torri si trasformano in giganteschi schermi a led o si travestono con i colori della bandiera azera, divenendo il grande simbolo della modernità del Paese.

L’altro grande edificio con cui si identifica Baku è senza dubbio lo Heydar Aliyev Cultural Centre progettato dall’archistar Zaha Hadid. Inaugurato anch’esso nel 2012, il centro congressi e museo incarna a pieno lo stile architettonico della città. Le linee sinuose e tondeggianti di quest’imponente opera d’arte lasciano a bocca aperta qualsiasi visitatore, il tutto circondato da splendide fontane e un immenso prato verde.

Baku

A spasso nella città vecchia di Baku

Costruita a partire dal XII secolo, la città vecchia di Baku è il vero centro storico della capitale ed è riconosciuta come bene patrimonio dell’Unesco. Purtroppo, questa zona è stata fortemente colpita dal terremoto del 2003, in seguito al quale sono state fatte importanti opere di ristrutturazione. Perdersi tra le moltitudini di vie è facilissimo ma ciò che colpisce sono gli splendidi edifici color sabbia: moschee, minareti e hammam rappresentano al meglio la storia di questo Paese.

Baku

Non può mancare una tappa alla Torre della Vergine, simbolo della Baku medievale e preislamica. La torre, costruita interamente in pietra, è stata dichiarata patrimonio dell’Unesco nel 2000 e al suo interno è possibile visitare un museo che ripercorre la storia della città e la sua evoluzione. Il suo nome richiama molte leggende esotiche ma ciò che è certo è che non fu mai espugnata dai nemici e perciò venne definita vergine.

Baku

La perla della città vecchia è il Palazzo degli Shirvanshah, costruito nel XV secolo su volere della potente dinastia azera, questo complesso monumentale è sia un memoriale che un’autentica fortezza. Chiunque lo visiti rimane impressionato dalla bellezza dei suoi palazzi, dal giardino monumentale e dagli sfarzosi appartamenti reali.

Baku

Assaporare la cucina dell’Azerbaijan

Non c’è posto migliore per fermarsi ad assaporare i piatti tipici di questa terra che fondono aspetti della cucina turca e iraniana con quella mediterranea. Non dovete lasciarvi sfuggire l’assaggio del plov, il piatto nazionale a base di riso e carne. Da non perdere anche il dolma, un involtino di carne, cipolle, piselli e riso, avvolte in una foglia di vite. Tutti i piatti azeri sono cucinati con meravigliose erbe e spezie che rendono uniche tutte le pietanze.

Baku

Un ballo in metropolitana

Costruita durante il dominio sovietico, la metropolitana di Baku sorprende i propri viaggiatori per l’eleganza di alcune sue fermate, che non di rado sono paragonate a raffinate sale da ballo. Qui si mescolano elementi decorativi dello stile azero con tratti tipicamente sovietici e il tutto è reso ancora più piacevole dalle melodie che annunciano i nomi delle stazioni.

Ad ogni fermata è associato un motivo musicale del patrimonio azero, connesso con il significato del nome della stazione. Da efficiente mezzo di trasporto la metropolitana di Baku si rivela dunque una vera e propria attrazione turistica.

L’ultima sera a Baku

Ultima tappa della nostra breve guida di Baku è il magnifico Boulevard lungo il Mar Caspio. Recentemente ristrutturato e arricchito da sculture di siepi e piante esotiche, il lungomare di Baku è il luogo perfetto per una romantica passeggiata.

Baku

Costellato di ristoranti e locali, il boulevard trova il suo picco nel pontile con vista mozzafiato su tutta la baia. Insomma, il luogo ideale per chiudere una bellissima vacanza alla scoperta di Baku.

di
Pubblicato il 16 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore