Varese News

A Besnate la partita della legalità si gioca con carabinieri, studenti e consiglieri comunali

Il rispetto delle regole vale nello sport come nella vita quotidiana. È il senso della partita di calcio giocata al campo sportivo di via Vittorio Veneto a Besnate, nella mattina di sabato 21 maggio

A Besnate la partita della legalità si gioca con carabinieri, studenti e consiglieri comunali

Il rispetto delle regole vale nello sport come nella vita quotidiana. È il senso della partita di calcio giocata al campo sportivo di via Vittorio Veneto a Besnate, nella mattina di sabato 21 maggio. Un’iniziativa che ha visto coinvolti una rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri, delle istituzioni locali e della scuola secondario di primo grado del paese.

Proprio lunedì 23 maggio si celebra infatti la Giornata della Legalità, in cui si ricordano le stragi di Capaci e Via D’Amelio, che uccisero rispettivamente i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma anche tutte le vittime della mafia.

«Trent’anni da quel 1992 che vide lo Stato minacciato dalle stragi di mafia di Capaci e di Via D’Amelio – commenta con un post su Facebook il sindaco di Besnate Giovanni Corbo -. A Besnate abbiamo voluto un percorso sulla Legalità per ricordare e proseguire il messaggio lasciatoci da due giganti della Legalità: i giudici Falcone e Borsellino. Oggi con la Partita della Legalità abbiamo sottolineato il rispetto delle regole nella nostra quotidianità anche nello sport».

Per ricordare le figure dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino il Comune di Besnate ha organizzato un ciclo di incontri partito fino all’estate, proprio in occasione del trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Gli eventi si concluderanno il 22 luglio con la posa di un ulivo presso la scuola primaria “Dante Alighieri” (qui tutti gli eventi in programma).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore