La Eolo-Kometa riparte dal Giro dell’Appennino. In gara anche Edward Ravasi

Il 2 giugno si disputa la classica ligure con arrivo a Genova: la Eolo torna dopo il Giro con lo scalatore di Besnate che deve ritrovare la condizione dopo i problemi fisici dei mesi scorsi. Fortunato rientra alla Adriatica Ionica

edward ravasi ciclismo eolo kometa

Messo in archivio il secondo Giro d’Italia della sua storia (e incassati i complimenti del patron Luca Spada, soddisfatto della prestazione dei suoi uomini), la Eolo-Kometa torna a gareggiare con la partecipazione al Giro dell’Appennino, tradizionale gara ligure con arrivo a Genova che si disputa giovedì 2 giugno.

Lasciati a riposo – logicamente – i corridori che hanno preso parte alla corsa rosa, la formazione basata a Besozzo lascerà spazio agli uomini che nell’ultimo scorcio di stagione hanno gareggiato di meno. In particolare, al via ci sarà il varesino di casa Eolo, Edward Ravasi: lo scalatore di Besnate, 27 anni, ha bisogno di riprendere confidenza con le corse dopo un inverno particolarmente sfortunato. Ravasi si sta preparando per una seconda parte di stagione importante e su un percorso come quello dell’Appennino può indubbiamente ricavare buone sensazioni sul suo stato di forma e di salute, considerando che quest’anno ha all’attivo appena 13 giorni in gruppo con l’ultima apparizione al Tour of the Alps del 22 aprile.

Oltre a Ravasi, la Eolo-Kometa schiererà l’altro atleta delle nostre zone, il giovane grimpeur di Binago Alessandro Fancellu, gli spagnoli Diego Pablo Sevilla e Alex Martin, l’ungherese Marton Dina e i due italiani Simone Bevilacqua e Giovanni Lonardi, unico uomo Eolo a centrare una vittoria in questo 2022 (a Valencia). Al Giro dell’Appennino ci saranno quattro squadre del World Tour (UAE Emirates, Intermarché, Astana e Movistar) e una selezione dell’Italia ma senza dubbio si tratta di una gara in cui anche il team diretto da Ivan Basso può provare a lasciare un segno.

Lo stesso vale per la Adriatica Ionica Race che si disputerà tra il 4 e l’8 giugno, gara a tappe che lo scorso anno venne vinta da Lorenzo Fortunato (con tanto di vittoria della frazione regina sul Monte Grappa). Lo scalatore bolognese, 15° assoluto al Giro d’Italia, rientrerà proprio nella corsa organizzata da Moreno Argentin per difendere il proprio titolo.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 31 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore