Varese News

“Ti tendo la mano”, al via la raccolta di farmaci per l’Ucraina in 23 esercizi del Varesotto

L'iniziativa è di Confesercenti e Croce Rossa Italiana - comitato di Varese. L'iniziativa è aperta anche ad altri commercianti che vorranno aderire

farmacia

Un gesto semplice per una popolazione in grande difficoltà, donare farmaci. Sono passati più di 2 mesi dall’inizio di quella che si sta dimostrando essere una drammatica agonia per la popolazione ucraina. Non c’è giorno che non si leggano e si ascoltino notizie terribili di quanto stia accadendo: uomini, donne, bambini, anziani non trovano via d’uscita da questa tragica esperienza che stanno vivendo. La speranza che si concluda questa traumatica vicenda, a tratti cede sotto il frastuono della guerra, delle armi.

In questi mesi parecchie azioni umanitarie sono state intraprese per aiutare e non far sentire sole le tante persone che ogni giorno si svegliano e si addormentano con il timore per ciò che sta travolgendo la loro terra. Non bisogna arrestarsi: è necessario continuare a prodigarsi per questa popolazione gravemente afflitta da un conflitto che lascerà i segni a loro ed all’economia mondiale, già travolta dalla pandemia.

La sede territoriale di Confesercenti Regionale Lombardia, in sinergia e collaborazione con la CRI (Croce Rossa Italiana) comitato di Varese, ha organizzato “Ti tendo la mano”, una raccolta di prodotti farmaceutici aperta a tutti gli imprenditori del territorio che si svolgerà dal 12 al 31 maggio.

Elenco farmaci

Dando la loro adesione, le attività imprenditoriali diventano dei veri e propri punti di raccolta. In queste sedi, durante il mese di maggio, sarà possibile recarsi per lasciare il proprio contributo in prodotti sanitari tra quelli indicati dalla CRI e descritti nel file che si allega. A chiusura, sarà la Croce Rossa Italiana stessa ad occuparsi dell’invio al popolo ucraino di quanto adunato.

«Non potevamo stare fermi – scrivono da Confesercenti -: è necessario continuare ad impegnarsi e “a fare” vista la situazione che diventa sempre più preoccupante e da cui sembra difficile trovare via d’uscita. Subito abbiamo trovato l’appoggio della CRI che si è mostrata estremamente disponibile a sostenere la nostra iniziativa. È un piacere collaborare con un tale ente. Abbiamo già raccolto adesioni dalle attività imprenditoriali, ma siamo certi che il numero crescerà».

L’associazione di categoria ringrazia la Croce Rossa Italiana comitato di Varese per la partecipazione e chi ha deciso di sostenere questo progetto che aiuterà a far sentire ancora meno sola la popolazione ucraina.

Ecco le attività che hanno aderito:

Bar Regondell – Via Gaetano Donizetti, 11 a Varese
Carrozzeria Fasola – Via Monte Generoso, 48 a Varese
Centro Figurella – Via XV Agosto, 7 a Luino
DeFra Ricambi – Via Giulio Giordani, 68 a Varese
Emporio del Sacro Monte – Via Beata Moriggi Caterina, 22 a Varese
Il Girasole Centro Estetico – Via Tagliamento, 39 a Varese
Impianto Eni – Via Ledro, 18 a Varese
Impianto Eni – Via Sanvito Silvestro, 84 a Varese
Impianto Esso – L.go IV Novembre, 3 a Varese
L’arte del Fiore – Via F. Cavallotti, 35 a Vergiate
La Capsula Caffè – Viale Padre G. B. Aguggiari, 5 a Varese
Limbosco – Vicolo Canonichetta, 5 a Varese
Minigolf – Viale Sant’Antonio, 8 a Varese
Parrucchiere il Selvaggio – Via Albini, 3 a Tradate
Rodili Auto – Via Rovera, 34 a Gavirate
Studio Blankpage – Via Milite Ignoto, 20 a Ispra
Supermercato CONAD – Via Albino Bonicalza, 81 a Cassano Magnago
Tabaccheria n.62 – Viale Luigi Borri, 90 a Varese
Testa a Testa – Via Tonale, 16 a Varese
Too Sisters – Via Manzoni 3 ang Via Magatti a Varese
Via Broggi al 5 – Via Broggi, 5 a Varese
Zoopark – Via Donizetti, 9 a Varese

La partecipazione resta aperta a chiunque. È sufficiente scrivere alla segreteria, all’indirizzo infovarese@conflombardia.it per prendere parte all’iniziativa.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore