Regione Lombardia istituisce il primo concorso sugli Alpini

Premi a studenti e ricercatori universitari. Malanchini: “Teniamo vivi memoria e valori delle nostre gloriose Penne Nere”

alpini

A 150 anni dalla fondazione del Corpo degli Alpini, e nel 2° anno in cui si celebra la “Giornata regionale per la riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli Alpini”, la Lombardia ha ufficialmente dato il via libera alla I edizione di un concorso regionale per l’assegnazione di premi a favore di studenti universitari e giovani ricercatori che abbiano prodotto tesi, studi, ricerche e saggi aventi come oggetto la storia delle Penne Nere e dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA).

«Si tratta di un ulteriore importante passo in avanti per dare piena attuazione alla Legge regionale per la riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli Alpini di cui sono il primo firmatario e che è in vigore da ottobre 2020 – commenta soddisfatto Giovanni Malanchini, Consigliere Segretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale – grazie alla delibera approvata oggi dall’Ufficio di Presidenza, nata grazie a un approfondito lavoro con i rappresentanti dell’ANA, intendiamo proseguire in maniera decisa a favorire la cultura letteraria, storica e musicale legata agli Alpini e alla loro Associazione che festeggia quest’anno il 103° anniversario. Grazie a questi bandi potremo premiare chi ha dedicato le proprie energie e la propria intelligenza ad approfondire la storia delle Penne Nere, e dare così il proprio contributo a tenere vivi la memoria e i valori di cui gli Alpini sono portatori da 150 anni».

Agli autori degli elaborati vincitori verrà corrisposto un premio in denaro: 2.500 euro al primo classificato 1.500 euro al secondo e 1.000 euro al terzo. Il bando verrà pubblicato sul BURL nel prossimo mese di luglio e verrà inviato a tutte le Università della Lombardia, oltre a essere divulgato sul social media istituzionali e alla stampa. La scadenza è fissata il 24 febbraio 2023.

«La proclamazione dei vincitori e la cerimonia di premiazione verrà effettuata in occasione del 2 aprile, o nei giorni immediatamente precedenti o successivi, a Palazzo Pirelli, la ‘casa di tutti i lombardi – conclude Malanchini – . Gli elaborati saranno esaminati da una Commissione giudicatrice presieduta dal Presidente del Consiglio regionale o da altro componente dell’Ufficio di Presidenza e composta da due componenti del Consiglio regionale, due designanti dall’ANA e un esperto in metodologia della ricerca».

Le domande di partecipazione, corredate dall’elaborato e dalla scheda sintetica di progetto per la partecipazione al concorso, devono essere trasmesse, entro le ore 12.00 di venerdì 24 febbraio 2023, per mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo: protocollo.generale@pec. consiglio.regione.lombardia.it ovvero essere consegnate a mano o trasmesse per mezzo di raccomandata al Protocollo Generale del Consiglio regionale della Lombardia: Via Pirelli, 12 – 20124 Milano (Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:30; venerdì dalle 9:00 alle 12:00). I plichi dovranno specificare all’esterno la dicitura: “PREMIO ALPINI”.

Gli elaborati trasmessi per mezzo di raccomandata devono pervenire all’indirizzo del Protocollo Generale del Consiglio regionale della Lombardia entro le ore 12:00 del 10 marzo 2023; decorso tale termine verranno automaticamente esclusi dal Concorso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore