Sciopero low cost in Europa, “grande successo”. Cancellazioni anche a Milano Malpensa

Ryanair nelle mail ai clienti definisce lo sciopero "inutile" ma apre sull'acqua gratuita al personale. La mobilitazione riguarda Easyjet, Ryanair e Volotea

Easyjet Ryanair

Nel giorno del grande sciopero europeo delle low cost sono decine e decine i voli cancellati, anche su Milano Malpensa. Una mobilitazione continentale che i sindacati rivendicano come «grande successo».

«Anche nel nostro Paese» sottolineano Filt-Cgil e Uiltrasporti , rivendicando centinaia di cancellazioni a livello europeo ma anche in Italia. La mobilitazione non è finita: i piloti e gli assistenti di volo di base in Portogallo e Belgio hanno iniziato venerdì e proseguono anche domenica, in Francia l’astensione è tra sabato e domenica, in Spagna addirittura si prosegue anche il 30 giugno e 1 luglio, per quanto riguarda Ryanair.

In serata di sabato – lo sciopero finisce alle 23-59 – è prevista ancora qualche cancellazione di Easyjet a Malpensa.

C’è un tema quasi simbolico, in estate e come diritto basico: l’acqua gratuita a bordo per il personale.
Con qualche apertura da parte di Ryanair, dicono i sindacati: «Il successo e l’efficacia delle nostre mobilitazioni – dicono a sera di sabato Filt-Cgil e IulT –  è dimostrato anche dalle prime minime aperture da parte della compagnia che, da quanto apprendiamo, avrebbe concesso acqua a bordo a tutto il personale almeno fino alla fine della stagione estiva. Una concessione che risulta quasi offensiva rispetto al problema complessivo ed è la chiara dimostrazione delle nostre buone ragioni».

Incurante di ogni rischio di cattiva reputazione, Ryanair ha invece risposto definendo – nelle mail di cancellazione del volo inviate ai clienti – «un inutile sciopero» l’astensione che coinvolge centinaia se non migliaia di lavoratori di Easyjet, Ryanair e Volotea.

Sciopero Easyjet e Ryanair sabato, Ita Airways offre la tariffa-salvezza

A proposito di cancellazioni, i sindacati offrono sponda ai viaggiatori ricordando che «tutti i passeggeri che hanno subito la cancellazione del proprio volo, oltre a poter scegliere tra il rimborso o l’imbarco su un volo alternativo, possono richiedere, attraverso il sito della compagnia, un indennizzo da 250 a 600 euro ai sensi della normativa europea sui diritti dei passeggeri».

Lo sciopero di sabato 25 giugno è il secondo in un mese per le low cost, in Italia, dopo quello dell’8 giugno.
Nella mattina dello sciopero si sono tenuti presidi alle 10 del mattino a Milano Malpensa (principale base Easyjet), a Bergamo Orio al Serio (principale base Ryanair) e a Roma Ciampino.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore