Parla il nuovo coach della pallamano Cassano Magnago, Matteo Bellotti: “Obiettivo play-off”

Mancano due settimane all'inizio del campionato di serie A1 e il nuovo coach degli Amaranto si racconta e fissa gli obiettivi della nuova stagione

pallamano cassano magnago Matteo bellotti

La pallamano Cassano Magnago è pronta alla nuova stagione in A1 e quest’anno sarà guidata da coach Matteo Bellotti che, dopo esperienze negli anni passati ad allenare a Camerano e Pontinia, sostituirà Davide Kolec alla guida degli amaranto, che rimarrà allenatore del settore giovanile e dell’A2.

La squadra è già ai blocchi di partenza in vista dell’inizio di campionato, che sarà sabato 3 settembre in trasferta a Romagna (new entry dopo la promozione dall’A2 insieme a Fondi e a Chieti), e del Memorial Tacca da venerdì 26 agosto a domenica 28.

Bolognese, classe 1991, Bellotti nella sua carriera da giocatore ha indossato la maglia amaranto e questo nuovo incarico a Cassano si può chiamare un ritorno a casa: «Quando giocavo nel Cassano, dove sono stato per cinque anni, dove negli ultimi due anni ho allenato le squadre giovanili e le ragazze dell’A1. Ho fatto esperienza, il primo anno è stato più difficile, mentre durante il secondo ci siamo tolti qualche sassolino e abbiamo ottenuto delle soddisfazioni qualificandoci alle Finals di Coppa Italia a febbraio, ma poi c’è stato il Covid e la stagione è stata annullata». Poi è stato a Camerano, «dove ho allenato il settore giovanile maschile e sono stato vice di Davide Campana che allenava l’A2: alla fine del campionato siamo arrivati terzi, con le giovanili abbiamo avuto molte soddisfazioni. Un bel periodo costruttivo, ho visto un mondo nuovo e mi sono confrontato con persone competenti».

E il periodo al Pontinia? «Ho allenato la squadra A1 femminile, è stata un’esperienza diversa perché la società cercava un risultato. Siamo entrati nei play-off e abbiamo disputato la semifinale di Coppa Italia».

Come sono andati i primi allenamenti e le amichevoli di agosto? «Abbiamo iniziato ad allenarci lo scorso 25 luglio: ho trovato una squadra attenta, i ragazzi si stanno impegnano molto e seguono le consegne. Le amichevoli sono andate bene, abbiamo vinto il torneo in Svizzera contro tre squadre e prima di Ferragosto abbiamo vinto contro Molteno. Le amichevoli servono come test per valutare la condizione dei giocatori e ciò che si è provato durante l’allenamento».

Quest’anno doveva ritornare Alessio Moretti dopo l’anno al Conversano, ma si è infortunato. Ci sono in programma altri acquisti in vista di una sua sostituzione? «Moretti si è infortunato rompendosi un crociato: la sua è una perdita importante, un giocatore come lui può fare la differenza. Ma per ora la squadra è completa, se riuscisse ad arrivare qualcuno ben venga ma non siamo alla ricerca».

Quali sono le cose fondamentali che non dovranno mancare alla squadra in vista della prossima stagione 2022-2023? E su cosa la squadra si dovrà concentrare maggiormente? «Sono fondamentali l’atteggiamento positivo, da tenere sempre, e la voglia di vincere. L’aspetto mentale è importante, ci vogliono poi costanza e lavoro in allenamento, così come il lavoro di gruppo. Ci dovremmo concentrare sulla difesa, che potrebbe farci vincere delle partite, sul timing in attacco per ridurre le palle perse. Sarò importante giocarci tutte le partite ed essere in partita, anche quando si gioca con le squadre più forti».

Gli obiettivi di coach Bellotti per il 2022-2023 sono molto ambiziosi: «Puntiamo ai play-off, un obiettivo difficile perché ci sono tante squadre attrezzate e molti società stanno acquistando giocatori stranieri che non sappiamo come giocano: vedremo partita per partita. Dobbiamo lavorare sodo settimana dopo settimana, lavorare ogni giorno e giocare ogni partita senza pensare all’obiettivo, perché quello viene di volta in volta».

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 19 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore