Varese News

Una mostra per parlare di accoglienza e inclusione a Gallarate

"Frammenti resilienti" organizzata dalla cooperativa sociale Iris nell'atrio di palazzo Borghi a Gallarate, da sabato 1 ottobre a domenica 9 ottobre

gallarate generico

Promuovere una cultura diversa di accoglienza e inclusione, uscendo allo scoperto in città e frasi conoscere attraverso l’arte: questi i motivi alla base della mostra “Frammenti resilienti” organizzata dalla cooperativa sociale Iris nell’atrio di palazzo Borghi a Gallarate, da sabato 1 ottobre a domenica 9 ottobre. 

La mostra è stata ideata con lo scopo di promuovere una cultura di accoglienza e inclusione e con la finalità di valorizzare l’impegno e la creatività degli utenti del Centro Socio Educativo Padre Alfredo Imperatori; è patrocinata dal Comune di Gallarate e fa parte del Progetto S.V.A.G.O. sostenuto dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto.

La mostra “Frammenti resilienti”

La mostra raccoglie le opere realizzate negli ultimi due anni, anni caratterizzati dalla pandemia e da un lento e graduale ritorno alla normalità, da fatiche e limitazioni e da ripartenze; la mostra non vuole essere la conclusione di un percorso, ma una tappa verso la piena consapevoleza di sé.

In questo periodo gli utenti del CSE si sono messi alla prova attraverso alcuni percorsi che trovano sintesi nelle tre sezioni della mostra: copie d’autore, corrente astratta e altri materiali. Nella prima fase hanno osservato e studiato dell’opera originale, approfondito la vita dell’autore e la corrente artistica di appartenenza, la rielaborazione e il confronto; nella seconda ha prevalso l’espressione di sé, del proprio vissuto e delle proprie emozioni, nel terzo la sperimentazione di tecniche e materiali diversi.

«Ogni opera è un frammento resiliente – spiegano i responsabili – esprime la capacità e la voglia di ripartire e di essere protagonisti attivi della propria vita e merita dunque di essere vista e valorizzata. La maggior parte di esse sono frutto di collaborazione, sono realizzate a più mani e in tempi diversi, nel pieno rispetto delle idee e della sensibilità di tutti. Ogni opera ha un titolo che ne racchiude l’essenza e che sintetizza il lavoro di rielaborazione e confronto che ne ha accompagnato la realizzazione».

«Uscire dagli spazi del nostro servizio ed essere presenti nel cuore della città è un modo per tessere relazioni e lasciare ulteriori tracce. Ringraziamo per questa opportunità il Comune di Gallarate che ha concesso patrocinio e spazi, il sindaco e in particolare l’assessore ai Servizi Sociali Chiara Allai, che ha fin da subito appoggiato con entusiasmo la nostra iniziativa. Nel corso della mostra gli artisti, accompagnati da educatori e volontari, saranno presenti a turno, per guidare i visitatori lungo il percorso espositivo».

Quando visitarla

La mostra, ad ingresso libero, sarà aperta nei seguenti orari:
sabato 10.00-14.00
domenica 10.00-12.00 e 14.00-16.00
lunedì e mercoledì 10.00-17.00
martedì, mercoledì e venerdì 10.00-14.00

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore