Vigilia di campionato per la Pro Patria, Vargas: “Arriviamo da una buona preparazione”

Sabato 3 settembre la Pro Patria ospita a Busto Arsizio la neo-promossa Arzignano per la prima di campionato. Out Bertoni, Parker e Molinari

Pro Patria - Castanese 4 a 0

Ancora 24 ore di attesa e poi, finalmente, il fischio d’inizio della stagione 2022/23 di Serie C. Domani, sabato 3 settembre, ore 17:30, la Pro Patria inaugura ufficialmente il campionato che sarà nella sfida casalinga contro la neopromossa Arzignano.

Novanta minuti dall’alto tasso di concentrazione: quella che andrà in scena allo stadio Speroni ha infatti tutti gli ingredienti per essere definita la classica “partita a trabocchetto“. “Insidie vicentine”, che tuttavia non devono spaventare i bianco-blu guidati dall’allenatore Jorge Vargas, alla prima su una panchina italiana di categoria.

«Sono molto tranquillo perché arriviamo da una buona preparazione, i ragazzi hanno lavorato bene – commenta l’allenatore cileno nella tradizionale conferenza prepartita -. La solidità difensiva è importante, come ho detto fin dal primo giorno, preferisco vincere 1 a 0 che 5 a 4. Vorrei comunque sottolineare come per tutto il pre-campionato siamo sempre stati padroni del gioco quando siamo scesi in campo. Se ci avessimo creduto, con più determinazione sotto porta, avremmo portato a casa il risultato anche contro Renate (0-0) e Pro Vercelli (0-1)».

Appena due sono infatti le reti subite dalla squadra bustocca nel corso della lunga estate, contraltare al lungo inverno della scorsa stagione, quando, lo scorso febbraio, a causa dello stop legato al covid il calendario del campionato fu recuperato disputando una partita ogni 3 giorni.

Sarà un campionato diverso, quello alle porte? Vargas non si sbilancia troppo, anche se alla vigilia il blasone delle squadre del Girone A sembra aver ulteriormente alzato il tasso di difficoltà di un campionato tutt’altro che scontato: «Quello che a noi serve è tempo e allenamento, i nostri giocatori possono compiere un ulteriore salto di qualità ed è quello che cerco di far fare a ogni calciatore. Hanno tutti in regola per fare i calciatori di alto livello e guarda anche oltre alle Serie C. Ma saranno loro a decidere il loro destino. In particolare i giovani mi hanno sorpreso: ritmi alti, visione e personalità, inoltre in poco tempo hanno sviluppato un percorso fisico che non mi aspettavo in maniera così veloce. Sono il futuro della società».

«Arzignano? – risponde l’allenatore -. Squadra tosta e con l’entusiasmo alle stelle (dopo la promozione in C, ndr). Normalmente ci si concentra molto sull’avversario, è normale, ma domani dobbiamo pensare al nostro modo di giocare. Se non saremo pronti, allora sarà sempre dura».

Stile Vargas: “Sono sincero e senza procuratore. Dico quello che penso, come mi hanno insegnato i miei genitori”

La conferenza è stata anche un’occasione per alcuni colleghi per conoscere meglio (o per la prima volta) il mister dopo il pre-campionato. Ancora una volta colpire è stata la “tranquillità” (non a caso anche oggi è stato il primo sostantivo pronunciato da Vargas, ndr) emanata dal mister, che, a differenza di quanto si vede spesso sulle panchine italiane, né teme il confronto con la stampa né si nasconde dietro a possibili albi: «Ho sempre pensato alla mia carriera da solo, non ho un procuratore e dico quello che penso in maniera diretta, non per fare bella figura. Magari questo certe volte può scomodare qualcuno perché il mondo del calcio è particolare, ma io non ho problemi con nessuno. Sono sincero come mi hanno insegnato i miei genitori e non ho nulla da temere».

Convocazioni: assenti Bertoni, Parker e Molinari

Tempo di vigilie, tempo di pronostici. Come sarà il primo undici titolare della Pro Patria di Vargas? Considerate le esclusioni  di Bertoni, Parker e Molinari (a cui si aggiungono Rossi e Ghioldi in mediana) dovute a stop obbligatori ai box dell’infermeria questa potrebbe essere la formazione di Vargas per la sua “prima”. Con ogni probabilità tra pali ci sarà l’esordio del nuovo arrivato Del Favero, così come in difesa si prospetta la conferma terzetto composto dal testimonial della nuova maglia, il ritrovato Lombardoni, Boffelli (secondo per presenze in squadra) e uno tra Sportelli e Saporetti.

A centrocampo con il regista titolare “out”, potrebbe essere Brignoli impiegato al centro della mediana, come visto spesso quest’estate, mentre Ferri e Nicco (destra e sinistra)chiamate a rivestire il ruolo di mezzali affiancate, rispettivamente, dalle giovani “new entry” Ndrecka e Perotti. In attacco, tolto l’ariete Parker, a giocarsi la maglia da titolare rimangono dunque Piu, Stanzani e Castelli, insieme al giovane Citterio, che ha sempre ben figurato nelle amichevoli.

ARBITRI –  Sarà Gabriele Restaldo della Sezione di Ivrea ad arbitrare Pro Patria – Arzignano. A completare la terna, gli assistenti Michele Decorato della Sezione di Cosenza e Matteo Cardona della Sezione di Catania. Quarto Ufficiale Marco Monaldi della Sezione di Macerata.

DIRETTA VN –  La diretta dell’incontro inizierà domani su VareseNews. Come sempre potrete partecipare al nostro liveblog commentando in tempo reale la sfida o interagendo con l’hashtag #DirettaVn sui social

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 02 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore