Accordo nel centrodestra per la squadra di Governo, Giancarlo Giorgetti vicino all’Economia

Dopo giorni di tensioni più o meno forti, siamo vicini al momento della definizione della squadra di Governo. Nella riunione di lunedì 17 ottobre nella sede romana di Fratelli d’Italia sembra essere stato raggiunto un accordo tra la premier in pectore Giorgia Meloni e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi

Giancarlo Giorgetti generiche

Dopo giorni di tensioni più o meno forti, siamo vicini al momento della definizione della squadra di Governo.

Nella riunione di lunedì 17 ottobre nella sede romana di Fratelli d’Italia sembra essere stato raggiunto un accordo tra la premier in pectore Giorgia Meloni (ricordiamo che è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a dover conferire l’incarico al presidente del consiglio e ai ministri) e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. Anche con la Lega e i centristi sembrano andare definendosi ruoli e poltrone.

Giorgia Meloni sembra essersi decisa ad accettare l’ipotesi di avere due vicepremier, che dovrebbero essere il leghista Matteo Salvini e il forzista Antonio Tajani: a Salvini andrebbe il ministero alle Infrastrutture, mentre per Tajani si spalancherebbero le porte della Farnesina, il ministero degli Esteri.

Un varesino per il ministero dell’Economia: sembra sempre più concreta l’ipotesi che vuole al MEF Giancarlo Giorgetti, uomo forte della Lega, apprezzato anche a livello internazionale, nell’ultima legislatura ministro allo Sviluppo Economico. Sarebbe un ulteriore salto in avanti per il 55enne di Cazzago Brabbia.

Allo Sviluppo Economico un fedelissimo di Giorgia Meloni, Guido Crosetto, fondatore insieme a Meloni e La Russa di Fratelli d’Italia, mentre gli altri ministri in quota FDI potrebbero essere Adolfo Urso alla Difesa, Carlo Nordio alla Giustizia, Marina Elvira Calderone al Lavoro, Francesco Rocca alla Salute, Giuseppe Valditara all’Istruzione, Giordano Bruno Guerri alla Cultura, Raffaele Fitto agli Affari Europei, Chiara Colosimo a Giovani e Sport.

I ministri leghisti potrebbero essere Matteo Piantedosi agli Interni, Gian Marco Centinaio all’Agricoltura, Roberto Calderoli agli Affari regionali, Simona Baldassarre alla Disabilità.

Per Forza Italia la Transizione Ecologica a Gilberto Fichetto Fratin, Anna Maria Bernini a Università e Ricerca, Alessandro Cattaneo alla Pubblica amministrazione, Elisabetta Casellati alle Riforme. A Maurizio Lupi di Noi con l’Italia i Rapporti col Parlamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore