Varese News

Essevacation verso il fallimento. Oltre al danno ai clienti, la beffa per i dipendenti

Alcuni di loro si erano visti trasformare i loro contratti da co.co.co. in tempo indeterminato dopo un controllo dell'Ispettorato, ma ancora attendono spettanze e contributi. Nel frattempo si profila il fallimento

Generico 15 Aug 2022

Se per le centinaia di turisti, prenotare con Essevacation è stato un incubo tra vacanze saltate e strutture ben al di sotto degli standard promessi, per i dipendenti (spesso ignari di quanto stava accadendo ai vertici della società) è stata una beffa doppia, dato che aspettano parecchi soldi arretrati.
E ora si trovano con la prospettiva del fallimento, chiesto dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, a fronte di un’incapacità di assolvere ai propri impegni economici.

Nel 2021 Guardia di Finanza e Ispettorato del lavoro avevanon effettuato un controllo all’interno degli uffici del tour operator e avevano rilevato che una serie di rapporti lavorativi erano irregolari, disponendo e ottenendo la trasformazione di contratti co.co.co. in contratti a tempo indeterminato.

Nell’aprile 2021 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro aveva imposto alla società la la trasformazione del contratto di alcuni lavoratori e lavoratrici (alcuni dei quali ci hanno contattato), che di fatto svolgevano lavori da dipendenti e invece erano inquadrati come co.co.co.
Da allora attendono ancora il versamento di spettanze e contributi previdenziali. La prospettiva, davanti ad una sempre più probabile procedura fallimentare (e conseguente contestazione della bancarotta fraudolenta), è quella di insinuarsi come creditori.

Se per i lavoratori c’è qualche possibilità di vedere almeno una parte dei soldi, anche se non è detto, assai più complicato sarà avere un rimborso per i clienti rimasti “a piedi” questa estate.

L’incertezza dei clienti Essevacation. “A Rodi dovevo essere in 4 stelle, ora sono in una topaia”

La vicenda di Essevacation è esplosa ad agosto 2022, con tanto di “assedio” negli uffici gallaratesi della società.
Essevacation  vedeva tra gli amministratori anche una vecchia conoscenza dei tribunali
, sempre per vicende simili, come Alessandro Scotti (crac Todomondo).
Ad agosto c’erano state rassicurazioni, poi promesse via mail di voucher e rimborsi. Negli uffici, intanto, non c’è più nessuno: «Si è visto qualcuno ad agosto, ma ormai non si vede nessuno» ci avevano confermato alcuni vicini il 30 settembre scorso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore