Varese News

Il 28 ottobre apre la Casa della Comunità di via Fiume a Saronno

L'Asst Valle Olona si appresta ad attivare la seconda struttura prevista dalla riforma, mentre la terza sarà a Cassano Magnago a metà novembre. Tempi certi anche per i primi 10 letti dell'ospedale di comunità al Bellini

casa della comunità di saronno via fiume

Aprirà il prossimo 28 ottobre la Casa della Comunità di Saronno in via Fiume 12. Si tratta della seconda sede socio sanitaria territoriale dell’Asst Valle Olona dopo quella di Lonate Pozzolo.

OPERATIVA DAL LUNEDI’ AL VENERDI’, DALLE 8.00 ALLE 16.30

« Sarà operativa dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16.30 – spiega il direttore socio sanitario Marino dell’Acqua – e offrirà diversi servizi. L’accoglienza sarà al Punto Unico di Accesso (PUA) a cui ci si potrà rivolgere per questioni sia sanitarie sia socio sanitarie. Ci sarà l’ambulatorio dell’infermiere di comunità, la presenza di un medico internista che gestirà sia per l’ambulatorio sia la telemedicina. Qui faranno riferimento tutti i pazienti cronici della zona in carico, che non dovranno andare più a Gallarate».

Al PUA il personale amministrativo potrà rispondere immediatamente alla richiesta dell’utente se richiederà prestazioni di tipo amministrativo come la scelta/revoca del mmg, oppure fissare un appuntamento attraverso il CUP;  sarà preso in carico per domande di altro tipo che richiedono il coinvolgimento della struttura sanitaria.

SEI INFERMIERI DI COMUNITA’

Figura importante è quella dell’infermiere di comunità: sono stati assunti sei nuovi professionisti che si occuperanno di seguire soprattutto le dimissioni protette dagli ospedali, in accordo con i medici di medicina generale. Dal prossimo anno, l’Asst Valle Olona si accrediterà anche come ente erogatore dell’attività di assistenza Domiciliare Integrata ( ADI) andando ad aumentare l’offerta degli attuali erogatori.

POTENZIATE LE ATTIVITA’ DEL CONSULTORIO

All’interno della Casa della Comunità ci sarà il punto prelievi ( dal lunedì al giovedì), il consultorio con la sua offerta che verrà potenziata con un’ostetrica a disposizione delle neo-mamme e dei loro bimbi, con il fisioterapista e il logopedista necessari alle attività di presa in carico dei cronici. Ci sarà anche lo psicologo collegato alla neuropsichiatria infantile e al servizio delle dipendenze: « La Casa sarà anche un luogo di promozione della salute – spiega ancora il direttore Dell’Acqua – verranno svolti incontri di approfondimento su alcune tematiche di carattere medico aperti alla cittadinanza». 

COLLABORAZIONE CON I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

Importante sarà il coinvolgimento dei medici di famiglia con cui la Valle Olona sta dialogando per condividere percorsi e collaborare proficuamente: « Rafforziamo i collegamenti tra i medici del territorio e gli specialisti ospedalieri. Settimana prossima ci sarà un incontro specifico per definire delle modalità operative per le dimissioni protette condividendo dei percorsi di presa in carico dei pazienti». A Cislago, la collaborazione con i medici curanti e, in particolare, con la Cooperativa Medici Insubria permetterà di attivare un punto prelievi due giorni alla settimana. 

casa della comunità di saronno via fiume

ENTRO FINE ANNO IN VIA FIUME ANCHE LA GUARDIA MEDICA

La sede di via Fiume a Saronno, entro fine anno, diventerà anche la sede del Servizio di Continuità assistenziale che verrà trasferito dall’attuale stabile di fianco all’ospedale.

Il personale della Casa di Saronno supporterà anche alcuni servizi della sede di via Adua a Caronno Pertusella dove verrà aperto ogni venerdì l’ambulatorio dell’infermiere di comunità. 

TEMPI PIU’ LUNGHI PER LA SECONDA CASA DI COMUNITà E COT A SARONNO

Tempi più lunghi si prospettano per la seconda Casa della Comunità che ospiterà la Centrale Operativa Territoriale, la cabina di regia dell’attività socio sanitaria svolta da diversi attori, istituzionali e anche del terzo settore e che costruirà un modello di assistenza tarato sulle esigenze del territorio. Nonostante alcune fughe in avanti, le condizioni dello stabile di via Stampa Soncino richiedono interventi edilizi importanti che l’Asst Valle Olona metterà in cantiere il prossimo anno. 

IL 15 NOVEMBRE APRE LA CASA DI COMUNITA’ DI CASSANO MAGNAGO

Già fissate entro fine 2022, le aperture della Casa di Comunità di Cassano Magnago, la cui data di avvio sarà il 15 novembre, mentre slittano a dicembre le due di Busto Arsizio di Piazza Blebiscito e di Viale Stelvio. L’inizio delle attività anticiperà i cantieri edilizi che verranno effettuati il prossimo anno: « Si tratta di opere di adeguamento per la sicurezza e antincendio – spiega il direttore socio sanitario – non interromperanno quindi le attività socio sanitarie che ci saranno».
A Busto Arsizio, le attività saranno concentrate nelle due sedi concordate a livello regionale con un’eccezione per Borsano dove, nella sede della casa della salute, verrà probabilmente attivato un punto prelievi operativo uno o due giorni alla settimana. 

Diversa, invece, la situazione per le altre case della comunità: parliamo di Castellanza, Gallarate, Somma Lombardo e Fagnano Olona dove i cantieri per la sistemazione degli stabili richiederanno interventi corposi impossibile da attuare con lo svolgimento delle attività socio sanitarie. 

A FINE NOVEMBRE L’OSPEDALE DI COMUNITA’ DI SOMMA LOMBARDO

Tempi ormi maturi, infine, per aprire i primi 10 letti dell’ospedale di comunità: « Abbiamo individuato fine novembre inizio dicembre per avviare questa sperimentazione – chiarisce Marino Dell’Acqua – saranno inizialmente posti all’interno dell’ospedale Bellini, sullo stesso piano di medicina e riabilitazione. Saranno destinati a pazienti dimessi dai reparti di medicina di Somma o di Gallarate, in un percorso protetto. Dobbiamo verificare i percorsi e affinare i modelli per la presa in carico. Soprattutto, si dovranno dettagliare i criteri di ricovero in questi posti ad assistenza prevalentemente infermieristica così da risultare efficaci nel percorso di guarigione e nel turn over dei letti in  ospedale».

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 18 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore