Varese News

Il centro Ormenuove di Busto Arsizio raddoppia: “Al lavoro per un polo formativo in sinergia con Acof”

La sede di via Marconi 10 funziona da un anno e si occupa di 40 famiglie fragili con ottimi risultati. Questa sera verrà presentato ai potenziali donatori il progetto del polo formativo

centro ormenuove cooperativa davide beatrice masci

A circa un anno dalla nascita per il centro Ormenuove è già tempo di ampliarsi nella innovativa sede di via Marconi a Busto Arsizio. Il centro clinico dedicato alle famiglie e ai minori fragili, gestito dalla cooperativa Davide Onlus in collaborazione con Cta, continua a crescere e le varie stanze sono sempre più al centro del lavoro di ricucitura di rapporti famigliari problematici. Sono ormai 25 le persone che lavorano nei diversi ambiti: dal tribunale ai servizi sociali fino alle scuole di tutti gli ordini e gradi in un’unica grande rete contro l’abuso e la violenza nei confronti dei minori e a favore di una genitorialità consapevole. Quaranta le famiglie seguite da Ormenuove, quasi tutte di Busto Arsizio e un paio dalla Valle Olona e dal Legnanese.

Un’occasione speciale, per rilanciare la sfida diretta da Beatrice Masci e mostrare al territorio il grande potenziale di Davide Onlus, storica realtà impegnata nella protezione dei minori e delle famiglie, è quella di questa sera giovedì 20 ottobre 2022, al locale “Dieci” di Busto Arsizio, dove è dunque prevista una festa ricca di musica ma anche di solidarietà, nel corso della quale saranno presentate ad una platea qualificata le attività di prevenzione, cura e riparazione delle ferite da maltrattamento e abuso all’infanzia e all’adolescenza, ma anche tutti i progetti di formazione correlati a queste delicatissime tematiche. La regia dell’evento è affidata alla responsabile della comunicazione Maby Kubycek: «Momenti musicali si intervalleranno a riflessioni e resoconti di quanto fatto fino ad oggi dal centro oltre alla proposta del nuovo progetto di polo formativo».

Sforzi rinnovati resi possibili dalle tante professionalità che operano in seno a Davide Onlus ma anche dall’esistenza di una nuova e funzionale sede, già in buona parte attiva in via Marconi 10 a Busto Arsizio, ma con ulteriori spazi in via di completamento per potenziare le attività.

Si tratta di una struttura di circa 440 metri quadrati, suddivisa in due aree: una è dedicata al Centro clinico di sostegno alle famiglie e funziona in collaborazione con CTA (Centro di terapia dell’adolescenza) di Milano; l’altra sarà adibita alla formazione, in tal caso in sinergia con ACOF.

Assieme a CTA è stato fondato il servizio “Ormenuove”, il quale ormai da un anno – cioè da ottobre 2021 – offre uno sperimentale modello operativo d’intervento che prende in carico l’intero nucleo in difficoltà e, in modo intensivo, lo segue lavorando con i genitori sulle pratiche educative e con i figli su fatiche e risorse del loro percorso di crescita. L’equipe multidisciplinare impiegata su questo fronte è composta da professionisti esperti del tema.

centro ormenuove cooperativa davide beatrice masci
La nuova ala che accoglierà il polo formativo

Con ACOF, invece, si sta costituendo un polo formativo di eccellenza nella nuova ala che intende offrire competenze aggiornate e di elevato livello qualitativo a tutti coloro che si dedicano al “prendersi cura” (insegnanti, ctu, psicoterapeuti, educatori, allenatori), quindi professionisti di varie discipline, ma anche caregiver e genitori. II polo sarà luogo di attività informative, laboratoriali, esperienziali ma anche di confronto, sotto la supervisione di un team professionale multidisciplinare che guiderà a un costante perfezionamento dei servizi.

«ll nostro obiettivo è storicamente sempre stato quello di porci in ascolto dei bisogni di bambini e ragazzi, specialmente di quelli più fragili e segnati», spiega Gaetano Felli, presidente di Davide Onlus. «Da tempo, però, ci siamo resi conto che una prevenzione efficace passa in molti casi da azioni di supporto rivolte complessivamente alla famiglia. I professionisti si occupano ogni giorno di dare le risposte adeguate, noi che gestiamo la Onlus vogliamo invece coinvolgere sempre più il territorio, per lavorare tutti assieme nel raggiungimento dei traguardi prefissati».

Con la serata conviviale del 20 ottobre, Davide Onlus intende dunque brindare con amici e istituzioni ai nuovi orizzonti che si stanno per aprire, preparando ulteriori iniziative per far conoscere una missione altamente ambiziosa e innovativa che ha bisogno di trovare sempre più amici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore