Morgan Lesiardo nobilita un’edizione “bagnata” del Green Pistons

Il talento di Olgiate Comasco vince la grande manifestazione di enduro disputata tra il Ciglione e il Fast Cross. Secondo posto per Rudy Moroni, bravo il varesino Andrea Di Luca

Green Pistons 2022

Il meteo della domenica non avrà favorito passeggiate e mercatini ma ha fornito la cornice ideale per la disputa del Green Pistons, la grande manifestazione di enduro che ha il pregio di affiancare, all’interno della medesima competizione, un bel numero di professionisti e centinaia di amatori di questa disciplina.

Galleria fotografica

Green Pistons 2022 4 di 15

La pioggia e il fango hanno caratterizzato l’edizione 2022 del Green Pistons, ambientata nella Brughiera e all’interno di due impianti che hanno fatto la storia del motorismo off-road della provincia, il Ciglione di Malpensa e il Fast Cross di Arsago Seprio. Quattro le prove cronometrate su cui è stata stilata la classifica finale: a vincere è stato Morgan Lesiardo, 23enne di Olgiate Comasco in sella a una Sherco 300 2T del team CH Racing di Fabrizio Azzalin.

Lesiardo, già talento del motocross, ha preceduto un altro dei piloti più attesi, Rudy Moroni, impegnato su una Honda 250 4T del team Red Moto: 8″6 il distacco ad Arsago (dove è stato assegnato il “Memorial Rustighini”) e 5″8 quello sul tracciato del Ciglione (Trofeo Progrip).

Lesiardo e Moroni hanno infiammato una contesa che ha visto grandi protagonisti anche Deny Phillippaerts su TM 250 e Andrea Di Luca, varesino di Casbeno, in gara con una KTM Exc 200 2T. Ma il Green Pistons è stato un successo non solo per la caratura dei migliori in gara ma anche per la consueta partecipazione di piloti amatori e per la perizia degli organizzatori: in 300 sono giunti al traguardo nonostante la difficoltà del tracciato e delle condizioni meteo.

Tra i concorrenti hanno brillato Giovanni Sommaruga (Honda 250 4T) primo di classe E1, Alex Esposito (KTM 350) leader di classe E2 oltre ai vari Francesco Montanari (Beta 250), Diego Cerutti (Husqvarna), Diego Sonzogni (Honda 250), Mauro Margarito (Ktm 125), Michele Cobuzzi (Kawa 250), Alex Scandella (Husqvarna 250 4T), Federico Macchion (Honda 250) ed Elia Saporiti (Sherco 250 2T).

La classifica femminile è stata vinta dalla valceresina Giulia Re Calegari davanti a Vittoria Demma e Martina Riboni, tutte su KTM 125 2T. In gara anche i concorrenti con le moto storiche: primo posto per la Kramer 280 di Florian Dreher davanti ad Alberto Stuip su Maico 25o e a Luciano Cattaneo sulla Cagiva 125. Insomma, una festa a 360 gradi orchestrata con la consueta professionalità dal gruppo dirigente formato da Mario Giani, Tiziano Marcolli, Edo Gussoni e Fabio Giacomuzzo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Green Pistons 2022 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore