Vargas in vista Pro Patria-Trento: “Partite così vengono decise dai dettagli”

Le parole del mister dei tigrotti di Busto Arsizio alla vigilia del match contro il Trento, che questa settimana ha cambiato allenatore: "Domani sarà più difficile che a Vicenza, Tedino è molto esperto e sa come mettere in difficoltà gli avversari. Noi dovremo mettere attenzione su ogni pallone"

vargas - pro patria

Dopo aver quasi acciuffato a Vicenza una vittoria che avrebbe consegnato i tigrotti il vertice della classifica, la Pro Patria torna a giocare allo stadio Speroni, davanti al suo pubblico. Domani – domenica 16 ottobre, ore 17:30, a fare tappa nell’antro della Tigre saranno le aquile giallo-blu del Trento, squadra alla ricerca di una potente scossa in seguito al cambio in panchina di questa settimana.

I cinque punti collezionati in sette partite hanno infatti portato all’esonero dell’allenatore Brighenti e alla chiamata di un timoniere esperto delle acque della categoria, Bruno Tedino, mister che nel proprio pedigree annovera anche le recenti esperienze tra i Cadetti della B con Palermo, Entella e, l’anno scorso, Pordenone, stagione conclusa con la retrocessione proprio nel Girone A.

Come dimostrato l’anno scorso dalla stessa Pro Patria, affrontare una squadra “fresca di esonero” significa calpestare un campo pieno zeppo di insidie, dove l’aspetto tecnico-tattico passa in secondo piano se confrontato con la risposta d’oroglio dovuta dalla squadra in difficoltà.

In questa direzione sono andate le parole dell’allenatore dei bustocchi Jorge Vargas alla vigilia del match: «Domani sarà una partita molto delicata. Il Trento è una buona squadra e pericolosa, nonostante gli infortuni. Erano partiti bene con una vittoria poi si sono disuniti, adesso però possono contare su un allenatore esperto, che sa mettere gli avversari in difficoltà. Credo che sarà una partita più dura di quella di domenica scorsa (a Vicenza, ndr.). Ci vorrà molta concentrazione su ogni palla, noi dovremo essere bravi a tenere la partita sempre aperta, a provare a fare il nostro gioco. Partite come quella di domani vengono decise dai dettagli, da cose piccole. Ci giochiamo molto».

Vargas ha fatto il punto anche sullo stato fisico e sulle assenze della squadra, che ha saputo rispondere agli infortuni di componenti chiave all’interno della rosa come Parker, Bertoni e a Lombardoni. Tre che sarebbero considerati titolarissimi, parola che tuttavia non piace al mister cileno: «Il calcio è così – risponde Vargas, con la sua tipica tranquillità -. Per noi sono giocatori importanti ma i ragazzi che si allenano in settimana hanno sempre dimostrato di essere all’altezza. Sono contento che chi entra in campo sia in grado di dimostrare il proprio valore. Noi non dobbiamo piangere nessuno ma pensare a fare punti con chi è a disposizione».

«Non credo che il cambio di allenatore abbiamo cambiato il nostro lavoro settimanale – conclude Vargas -. Quest’anno il Trento ha fatto più punti giocando con il 352 ma questi discorsi riguardano numeri e statistiche, quello che conta è che noi domani in campo mostriamo la determinazione e la grinta di fare punti. I numeri del calcio li conosciamo tutti: noi abbiamo il compito di pensare a come poter far del male a una squadra che è in difficoltà ma che è comunque pericolosissima».

CLASSIFICA

Pordenone 14, Novara 14; FeralpiSalò 13, Padova 13; Sangiuliano 12, PRO PATRIA 12, Renate 12; Vicenza 11, Lecco 11, Pergolettese 11; /fine playoff/ Arzignano 10: Pro Vercelli 8, Pro Sesto 8; AlbinoLeffe 7, Triestina 7; /playout/ Juventus NG 6; Trento 5; Mantova 5, Virtus Verona 4; Piacenza 3.

ARBITRO E TERNA

Sarà Simone Gauzolino della Sezione di Torino ad arbitrare Pro Patria – Trento

A completare la terna, gli assistenti Giacomo Bianchi della Sezione di Pistoia e Alessandro Marchese della Sezione di Napoli. Quarto Ufficiale Alberto Munfuletto della Sezione di Bra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore