Varese News

Liberi di fare, liberi di essere: il Seme di Cardano festeggia i suoi 30 anni

Era il 17 novembre 1992 quando si costituì la cooperativa nata per dare spazi e modalità di esprimersi ai disabili. Un "compleanno" che verrà celebrato con un incontro con tanti ospiti, tra cui un Ministro e l'arcivescovo

inaugurazione centro riabilitativo il seme cardano al campo

Ne ha fatta di strada, il Seme, da quei giorni di novembre 1992. A distanza di trent’anni dalla costituzone della cooperativa, il Seme è diventato una struttura quantomai articolata. Fedele prima di tutto all’impegno di dare spazi e occasioni di vita alle persone con gravi disabilità, ma aperto anche al suo territorio di riferimento, capace di dare servizi (specie grazie alla nuova sede inaugurata nel  2017) e costruire anche welfare di comunità.

Al centro c’è prima di tutto l’attenzione a chi ha convive con la disabilità, quella più impegnativa, quella che rischia di tramutarsi in isolamento, quasi in una prigionia: la mission resta quella di rendere “liberi di fare, liberi di essere”. È il titolo dell’incontro-tavola rotonda che il Seme ha organizzato per giovedì 17 novembre 1992, a trent’anni esatti dalla costituzione della cooperativa, un anniversario che è stato celebrato nell’arco di tutto l’anno.

La giornata del 17 novembre sarà speciale. Si aprirà con la messa celebrata (ore 15) dall’arcivescovo Mario Delpini nella chiesa parrocchiale di Cardano, proseguirà poi con il convegno alle 17.30 all’auditorium di piazza Mazzini. Con ospiti importanti: l’arcivescovo, il ministro per le disabilità Alessandra Locatelli, don Mauro Santoro della consulta diocesana disabilità, l’ex calciatore Marco Parolo, la presidente di Federsolidarietà Lombardia Valeria Negrini, il direttore del Seme Francesco Zaro, il musicista Massimo Scaburri, il pittore Stefano Speziani.

Il convegno è a partecipazione gratuita, ma è necessaria la prenotazione telefonica allo 0331/733087.

Una frase di riferimento del Seme, che racconta lo stile, è “Camminare insieme”. E camminando insieme agli ospiti negli anni il Seme è diventato una realtà anche di lavoro importante, in termini di numero di dipendenti e collaboratori, e questo ha anche creato sinergie positive per la città di Cardano e chi vive una situazione di fragilità: ad esempio a un certo punto la cooperativa ha aperto un asilo interno per i figli dei dipendenti, che poi si è aperto anche al territorio ed è diventato “asilo inclusivo”.

 

 

Il Seme di Cardano al Campo oggi

IL SEME società cooperativa sociale opera dal 1992 con la seguente mission: “…inSiEME alla persona, alla famiglia, al territorio per intrecciare percorsi e promuovere progetti di cura e di accoglienza in risposta a bisogni e necessità nelle diverse tappe evolutive della vita. L’esperienza vissuta insieme, contraddistinta da professionalità e carica di empatia ed affetti, è la cornice che permette di abbracciare la vita di chi ci viene affidato e credere nella grande sfida di svelare il capolavoro che c’è in ciascuno”.
La mission viene declinata nei diversi servizi, attivi sul territorio di Cardano al Campo:

il CDD, Centro Diurno Disabili, sito a Cardano al Campo in Via Bari 6/8, struttura semiresidenziale socio-sanitaria autorizzata, accreditata e a contratto con ATS Insubria per 30 utenti. Il CDD è nato dal CSE (Centro Socio Educativo), attivato nel 1993.
il CRS, Centro Riabilitativo Semiresidenziale per bambini e adolescenti con disabilità grave (60 utenti), sito a Cardano al Campo in via Alpi 24, struttura semiresidenziale sanitaria di neuropsichiatria infantile autorizzata, accreditata e a contratto con ATS Insubria, attiva dal 2001.
la Comunità Socio-Sanitaria per disabili, sita a Cardano al Campo in via Carreggia 28/A, struttura residenziale socio-sanitaria autorizzata, accreditata e a contratto con ATS Insubria per 10 utenti, attiva dal 2004
alloggio di convivenza assistita “La Mansarda”, per 5 persone disabili con un buon grado di autonomia, sita in via Carreggia 28/A a Cardano al Campo. E’ attiva dal 2005
Asilo Nido, attivo dal 2006, è ora sito a Cardano al Campo in via XX Settembre 40 ed è in grado di accogliere fino a 50 bimbi.
Progetto sperimentale ambulatoriale “Cicli abilitativi intensivi e interventi di rete a favore di minori con disturbi dell’apprendimento o problemi comportamentali”, convenzionato con ATS Insubria e attivo dal 2013.
Poliambulatorio ri-abilitativo di comunità, posto al secondo piano di via XX Settembre, aperto al pubblico di ogni età, offre risposte ambulatoriali a bisogni sanitari, riabilitativi, socio-sanitari e sociali, oltre al “case management” per famiglie con problematiche di disturbi dello spettro autistico.
Percorsi per il “Dopo di noi” (Via Cavallotti 6 a Cardano al Campo), attivo dal 2018.
Servizio di trasporto per persone con disabilità.
Voucher a favore di persone con gravissima disabilità (B1).
Voucher autismo.
Servizi vari alla persona fragile quali accompagnamenti, assistenza domiciliare, distribuzione pasti, attività in piscina.

Nel 2021 IL SEME ha offerto i propri servizi a 1.240 utenti, per la quasi totalità residenti in Provincia di Varese. Il 71% di essi è residente nel Distretto di Somma Lombardo e di Gallarate.
Il 71% degli operatori della nostra cooperativa risiede nel Distretto di Somma Lombardo e di Gallarate.
L’organico de IL SEME è composto da 171 collaboratori (132 lavoratori dipendenti, 38 liberi professionisti e un collaboratore occasionale).
IL SEME collabora da anni con l’ATS Insubria, coi Comuni del territorio, in particolare con i Servizi Sociali, con le Neuropsichiatrie infantili ospedaliere delle ASST Valle Olona e Sette Laghi, con le scuole di ogni ordine e grado, con diversi istituti bancari, con associazioni e con altre cooperative attive sul nostro territorio.

Per ulteriori dettagli relativi alla gestione di servizi si rinvia all’ultima edizione del Bilancio Sociale, consultabile qui

 

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 10 Novembre 2022
Leggi i commenti

Foto

Liberi di fare, liberi di essere: il Seme di Cardano festeggia i suoi 30 anni 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore