Regionali, Gadda: “Da terzo polo proposta politica credibile, non accettiamo lezioni di bon ton”

La deputata varesina e coordinatrice regionale di Italia Viva spiega: "Non siamo al servizio di altre forze politiche che chiamano ai tavoli per la propria convenienza"

maria chiara gadda

«Chi nel PD parla di diktat da parte di Azione e Italia Viva, denota il solito comportamento altezzoso e fuori dal mondo di chi pensa che la politica sia sempre una prova muscolare. Insopportabile ricevere lezioni da una sinistra che si attrezza a fare opposizione da trenta anni consecutivi». Così Maria Chiara Gadda, deputata e coordinatrice regionale di Italia Viva.

«Non siamo al servizio di altre forze politiche che chiamano ai tavoli per la propria convenienza, rispondiamo solo ai cittadini che ci hanno dato un chiaro indirizzo politico in Lombardia. Lo schema bipolare è ormai da tempo superato nei fatti, e soprattutto ai cittadini non interessano le proposte politiche in crisi di identità e leadership. Per quanto riguarda Azione e Italia Viva, le elezioni regionali sono una ulteriore tappa del percorso liberale e riformista avviato alle ultime elezioni politiche, e che entro l’anno porterà alla nascita della federazione tra i nostri partiti aperta a tutti i cittadini che ne vorranno condividere proposte e obiettivi», conclude.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore