Inaugurazione delle case di comunità di Cassano, Saronno e Busto Arsizio. Apre anche l’ospedale di comunità

Giovedì 15 e martedì 20 quattro cerimonie inaugurali. A Saronno prevista la partecipazione dell'assessore Bertolaso. Il direttore Dell'Acqua assicura "Non sono case vuote" ma pone il problema della carenza dei medici di base a Castellanza e a Saronno

casa di comunità lonate pozzolo letizia moratti

Settimana di inaugurazioni per l’Asst Valle Olona che vuole chiudere l’anno mantenendo gli impegni presi. Il primo taglio del nastro è previsto giovedì 5 dicembre alle 13.30 alla casa di comunità di Cassano Magnago. Qualche ora dopo, alle 18, la direzione dell’azienda con il direttore Eugenio Porfido e il direttore socio sanitario Marino Dell’Acqua accoglieranno l’assessore regionale al Welfare Guido Bertolaso alla casa di comunità di via Fiume a Saronno.

Il 20 dicembre nuova giornata densa di appuntamenti: si comincia con l’apertura ufficiale delle due case di comunità di Busto Arsizio per poi trasferirsi al Bellini di Somma Lombardo dove ci sarà l’inaugurazione del primo ospedale di comunità del territorio varesino: « All’inizio avrà 10 letti – spiega Marino Dell’Acqua – L’operatività vera, però, dobbiamo rinviarla a gennaio per poter meglio fronteggiare l’attuale emergenza legata all’influenza, che sta mettendo molta pressione sui nostri pronto soccorso e il personale».

E se i 10 letti a gestione infermieristica possono ancora attendere qualche settimana, le case di comunità partiranno ufficialmente: « Non attiviamo scatole vuole – assicura il dottor Dell’Acqua – anche perchè subentrano a punti erogativi già funzionanti. In tutte le sedi, però, ci sarà il “punto di accesso unico” (PUA) che è la novità per l’utente. Qui si esporrà la propria richiesta e si verrà indirizzati al servizio, oppure si prenderà direttamente l’appuntamento perché servirà anche da sportello CUP. Come a Lonate Pozzolo, in tutte le sedi sarà attivo il centro prelievi. Pensiamo a due giorni alla settimana in ciascuna casa, con orari di servizio tra le 7.30 e le 10.30 per poi diventare sportello dove ritirare gli esiti. Altra importante novità sarà la presa in carico dei pazienti fragili che seguiamo attualmente a Gallarate. Ognuno sarà indirizzato alla casa più vicina alla propria residenza. Ci saranno servizi di telemedicina e opererà l’infermiere di famiglia. Questa figura, all’inizio, si occuperà di raccogliere e valutare il bisogno, in accordo con i servizi sociali del comune: in questo modo si potrà stilare un’agenda di interventi che saranno sanitari, socio sanitari o di tipo sociale».

Anche il servizio di continuità assistenziale, ex guardia medica, troverà sede nelle nuove case della comunità: « È uno spostamento che avverrà a inizio 2023 a Saronno e successivamente sia a Busto Arsizio sia a Gallarate».

Tra i temi delicati che deve affrontare il direttore socio sanitario della Valle Olona c’è anche quello della grave carenza di medici di medicina territoriale :« Due le maggiori criticità – spiega Marino Dell’Acqua – a Castellanza dove, il mese prossimo, andranno via tre medici, e a Saronno. Abbiamo attivato degli ambulatori provvisori coinvolgendo gli altri curanti che si impegnano per coprire dei turni. Occorre dare, però, una risposta più strutturata: per questo mi sto confrontando con il sindaco di Castellanza. Per ora, abbiamo tamponato la criticità che si era creata a Fagnano: la Valle Olona ha messo a disposizione i locali per il nuovo medico arrivato e  alcuni servizi.  Noi faremo la nostra parte ma il tema è gestito anche da Ats Insubria. È stato pubblicato il bando per cercare medici a Castellanza,  una zona stranamente trascurata anche dai medici che stanno seguendo il percorso di formazione. Ci auguriamo che dal bando escano risposte al problema»

di
Pubblicato il 13 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Video

Inaugurazione delle case di comunità di Cassano, Saronno e Busto Arsizio. Apre anche l’ospedale di comunità 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore