La pallamano Cassano Magnago beffata a Conversano: 23-20 contro i pugliesi

Dopo un ottimo primo tempo a favore dei lombardi (9-11), Conversano ha rialzato la testa e ripreso il controllo del match, rendendo la propria difesa una vera e propria muraglia invalicabile: la vittoria, da sogno che sembrava realtà, si è trasformata in un'amarissima sconfitta lasciando Dorio e compagni a bocca asciutta

pallamano cassano magnago vs conversano 17/12/2022 - ph Vanni Caputo

Un Cassano Magnago che, sul finire del primo tempo, era in vantaggio di 3 reti su Conversano e che stava accarezzando l’idea della vittoria contro i campioni d’Italia in carica e a casa loro (al pala San Giacomo) e vedendo il sogno sempre più concreto: poi il click dei padroni di casa, uno scatto d’orgoglio che li ha portati a ribaltare in neanche due minuti una partita che stava sorridendo ai lombardi. (Foto di Vanni Caputo).

Questo è andato in scena oggi, sabato 17 dicembre, nell’ultima partita prima del break natalizio che ha visto la vittoria di Conversano sugli amaranto (23-20). Niente miracolo di Natale e nemmeno un punto sotto l’albero per i lombardi, che tornano a Varese con l’amaro in bocca e bloccati a 13 punti in classifica, con il fiato sul collo di Albatro (dietro con 12 punti).

Cassano ha pagato carissimo l’assenza del bomber Federico Mazza ma, soprattutto, non è riuscito ad arginare lo tsunami pugliese che nei primi minuti del secondo tempo, dopo l’umiliazione del doppio rigore di Stefano Bassanese che aveva portato i lombardi a 9-13, ha fortificato la difesa alzando i ritmi offensivi. Ha così reso impraticabile l’attacco lombardo e ha realizzato un break di 4-0 portandosi in parità (13-13) al 37′. Cassano ha peccato anche di ingenuità, visto che in quello spiraglio Ivan Salvati ha realizzato due sfondi sui difensori pugliesi, e Conversano ne ha approfittato nella seconda fase e incassato goal dopo goal.

I lombardi hanno anche perso di intensità in difesa, a causa anche della stanchezza e della “coperta corta” di cambi disponibili a coach Matteo Bellotti nella panchina cassanese: pertanto il gioco intenso e specialmente l’ottima prestazione del primo tempo si è fatta più che sentire sugli amaranto. Non sono bastati il coraggio o la tenuta mentale dei lombardi, che sono rimasti in partita fino alla fine; non è nemmeno bastato lo sforzo di Jack Savini che si è caricato tutto il peso della squadra sulle spalle, sempre pronto ad affrontare gli 1-1 o a tentare il tutto e per tutto tirando dai 9 metri quando erano al limite del passivo.

Non è bastato perché Conversano ha vinto in difesa e ha giocato con lucidità, andando a recuperare un vantaggio quando la partita sembrava segnata e infliggendo un goal dopo l’altro a un Cassano incredulo.

pallamano cassano magnago vs conversano 17/12/2022 - ph Vanni Caputo

PRIMO TEMPO

A segnare il primo goal della partita è stato il biancoverde Pablo Marrochi a trenta secondi dall’inizio del match, segnando il primo vantaggio pugliese (1-0): i padroni di casa si sono portati in vantaggio fino al al rigore realizzato da Marrochi al 6.16′ (3-2), ma ci ha pensato Giacomo Savini ad “annullarlo” con un tiro sotto l’incrocio realizzando il pareggio (3-3) al 9.30′.

Da qui in poi è stato un susseguirsi di situazioni di parità, senza che nessuna delle due squadre riuscisse a ottenere l’allungo per fuggire e mantenere il vantaggio: questo grazie anche all’intensità delle difese di entrambe i roster, che hanno reso difficile ogni azione delle squadre. Conversano per un po’ ha giocato la carta dell’attacco con doppio pivot, mentre Cassano si è affidato alla tatticità in attacco e al giropalla sfiancante, ormai una sua caratteristica, volto a sfiancare e sorprendere i padroni di casa. Così al 12′ gli amaranto hanno agguantato il pari, 5-5, con il rigore segnato da Stefano Bassanese su Emiliano Alfarano tra i pali; si è così creata una situazione di lucidità e coraggio che ha spinto i lombardi a tentare il colpaccio del vantaggio, ottenuto da un’azione a dir poco confusionaria e rocambolesca da parte dei due roster, ma che si è risolta in un contropiede dell’amaranto Gabriele Saitta che ha poi passato il pallone nelle retrovie, dando la possibilità a Simone La Bruna di firmare il +1 del Cassano (6-7) al 15.42”.

Ancora un rigore al 17.30′ ha dato la possibilità agli amaranto di sbloccare il pareggio e portarsi sul +1: lo ha realizzato Jack Savini beffando Pasquale Di Caro al 17.30” (7-8). Dal 20′ Conversano ha iniziato da una parte a cedere in difesa e a pasticciare in attacco: tra il 23′ e il 24′ Nelson ha sprecato due goal beccando palo, fornendo ai cassanesi due occasioni ghiotte per allungare e gli ospiti non si sono fatti pregare due volte. La Bruna e Bassanese hanno realizzato il +2 (8-10) al 23′; il rigore dell’ala Bassanese al 27′ ha segnato il +3 (8-11).

Il primo tempo si è concluso 9-11 per Cassano Magnago.

pallamano cassano magnago vs conversano 17/12/2022 - ph Vanni Caputo

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo sembrava continuare sulla scia del primo – dopo il doppio rigore di Stefano Bassanese, che in questo match ha raccolto l’eredità del cecchino Mazza, portando Cassano a +4 (9-13) al 32′ – ma poi Conversano è salito in cattedra e ha mostrato agli avversari la vera stoffa dei campioni d’Italia: alzando e intensificando la difesa, ha lasciato a bocca asciutta per ben dieci minuti i lombardi che non sono riusciti a segnare neanche un goal.

Una vera e propria muraglia pugliese impenetrabile, che ha messo in seria difficoltà gli amaranto e che ha permesso ai pugliesi di riacquistare fiducia in seconda fase: è stato fatale per i lombardi il break di +4 dei biancoverdi, ottenendo il pareggio (13-13) al 36′. A dare il via alla rimonta pugliese è stato Jacob Nelson, approfittando di un varco lasciato nella difesa amaranto da Simone La Bruna e Mattia Dorio (azione che ha ripetuto tre minuti dopo), seguito dal pivot Gianpaolo Sciorsci lasciato totalmente libero sulla linea dei 6 metri e pericolosamente offensivo.

Il primo goal amaranto dopo il rigore di Bassanese è arrivato solo al 39′, firmato da Ivan Salvati, (15-14) ma era ormai chiara l’enorme difficoltà che i lombardi stavano avendo in attacco, continuamente ostacolati da una difesa pugliese sempre più arcigna e aggressiva, che si è rivelata la carta vincente dei padroni di casa per vincere. Un secondo break di 3-0 (l’azione dell’ala Martin Arakaki, il goal di Ignazio Degiorgio e il rigore di Mateus Wrobel) ha portato Conversano sul +4: 18-14 alo scadere del 44′, il tempo ormai si stava esaurendo e la forbice tra le due squadre si stava allargando inesorabilmente. A complicare ancora di più le cose per i cassanesi Pasqualino Di Giandomenico, subentrato nella seconda parte del gioco, che hanno tagliato loro le gambe (come la parata sul tiro di Dorio al 48′ o la bellissima intercettazione sul tiro di Saitta al 49′). Sono state azioni incredibilmente decisive e hanno inciso profondamente sul morale di entrambe le formazioni.

Cassano però non si è arreso e ha combattuto fino alla fine, con un’ottima prontezza nel ritornare bene in difesa; a cinque minuti dalla fine Marrochi ha segnato un rigore nella porta di Luca Monciardini e riportato Conversano sul +3 (20-17), che aveva dalla sua anche la superiorità numerica visti i due minuti di esclusione inflitti a capitan Dorio. La fase finale è stata convulsa, con errori da parte di entrambe le squadre, irrequietezza e goal sia da una parte che dall’altra, ma il risultato del match era stato deciso già all’inizio del secondo tempo e ormai era inesorabile.

Il secondo tempo si è concluso 23-20 per Conversano.

pallamano cassano magnago vs conversano 17/12/2022 - ph Vanni Caputo

I MIGLIORI IN CAMPO

Miglior tiratore cassanese del match è stato Stefano Bassanese con 7 reti (e anche top scorer del match): l’ala ha raccolto l’eredità di Mazza ai rigori (4 goal di 7 sono appunto rigori). Lo segue solo Giacomo Savini con 4 reti, l’unico a riuscire a trovare un varco nella difesa pugliese nel secondo tempo.

Dalla parte di Conversano il top scorer è stato Ignazio Degiorgio con 5 goal.

 

TABELLINO CONVERSANO-CASSANO MAGNAGO 23-20 (9-11)

1 tempo: 9-11

2 tempo: 23-20

CONVERSANO: Pasquale Di Caro, Emiliano Alfarano, Pasqualino Di Giandomenico, Martin Arakaki 3, Gianpaolo Sciorsci, Ignazio Degiorgio 5, Jacob Nelson 4, Pablo Marrochi 4, Gabriele Iachemet 2 e Mateus Wrobel 3

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Nicolò Riva, Mattia Dorio 1, Giacomo Savini 4, Ivan Salvati 1, Usman Kabeer 1, Simone La Bruna 2, Marco Borghi, Stefano Bassanese 7, Gabriele Saitta 3 e Filippo Branca 1

Arbitri: Simone F. e Filonenko V.

2 minuti: per Conversano Gianpaolo Sciorsci (45.38”), Ignazio Degiorgio (48.28”), Jacob Nelson (29.59”), Massimiliano Possamai (26.51” e 58.24”), Pablo Marrochi (12.54” e 47.28”) – per Cassano Simone La Bruna (37.10”) e Mattia Dorio (52.10”)

Ammonizioni: per Conversano Ryadh Souid al 17′ e la panchina al 28.30” – per Cassano Simone La Bruna all’8.48” e la panchina al 12.06”

pallamano cassano magnago vs conversano 17/12/2022 - ph Vanni Caputo

LA SECONDA DI RITORNO DI CAMPIONATO

Raimond Sassari si è ripreso dopo cinque sconfitte consecutive con la vittoria in trasferta da Fondi (27-31), così come Pressano ha stravinto contro la squadra federale di Campus Italia (17-33). Brixen ha conseguito la quattordicesima vittoria stagionale contro Secchia Rubiera, in un match mai in bilico (21-31), difendendo il primo posto in classifica; nel big match Alperia Merano-Fasano gioiscono i diavoli neri, superando così i pugliesi in classifica e guadagnandosi il terzo posto (33-30).

Clamorosa e inaspettata la vittoria casalinga di Carpi contro Albatro (32-28), che rimane così inchiodato a 12 punti ancora dietro a Cassano. Vittoria facile per Bolzano in trasferta da Romagna (22-34).

 

La classifica aggiornata alla seconda giornata di ritorno: Brixen 29, Conversano 23, Alperia Merano 22, Fasano 21, Bolzano 20, Pressano 18, Raimond Sassari 17, CASSANO MAGNAGO 13, Teamnetwork Albatro 12, Fondi 10, Campus Italia 5, Carpi 5, Secchia Rubiera 3, Romagna 2

 

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 17 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore