Varese News

Le mani della ‘ndrangheta sul Padel, ai domiciliari l’allenatore della Castanese Marco Molluso

Il 39enne è finito agli arresti domiciliari nell'ambito di una indagine della Dda ed è indiziato per false fatturazioni e autoriciclaggio. La G.S. Castanese lo ha sollevato dall'incarico

marco molluso

Ai domiciliari l’ imprenditore, Marco Molluso, nipote di due boss, e attuale allenatore della Castanese calcio di Castano Primo. Il 39enne, come riporta Ansa, è finito agli arresti nell’ambito dell’indagine della Dda che dimostra l’infiltrazione della ‘ndrangheta anche nel business dei campi da padel. Attraverso le sue società Molluso, 39 anni, avrebbe avrebbe investito 700mila euro nelle costruzione di otto campi da padel nel centro sportivo comunale Sant’Ambrogio di via De Nicola, alla Barona (Milano). Tale somma, secondo l’inchiesta, arriverebbe da un giro di false fatture: l’imprenditore è indiziato dei reati di «emissione ed utilizzo di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti e autoriciclaggio».

Gli impianti sono stati «sequestrati, risultando tra l’altro – spiega in una nota la Direzione investigativa antimafia – edificati abusivamente e senza alcuna preventiva autorizzazione da parte dei competenti uffici». La società immobiliare del 39enne nel bienno 2020-2021 avrebbe portato a termine una frode di oltre 1,5 milioni di euro. Circa metà di quei soldi sono finiti nel padel.

In giornata una nota della società G.S. Castanese – Società di Calcio Dilettantistico che «apprende esterefatta quanto pubblicato attraverso gli organi di stampa circa il presunto coinvolgimento in attività illecite del Mister della Prima Squadra Marco Molluso». «Nell’immediatezza e a titolo cautelativo», la società comunica di «aver provveduto a sollevare l’allenatore  dall’incarico sportivo».

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 20 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore