Nasce il comitato “Salvaguardia Boschi di Samarate”

Riunendo anche esperienze di valorizzazione delle aree verdi, il comitato punta in particolare a proteggere il bosco dalla nuova strada Variante Statale 341

Samarate generica generiche

Dopo un percorso che è stato anche di condivisione pubblica, giovedì 29 novembre si è costituito il “Comitato per la salvaguardia dell’area della brughiera Boschi di Samarate”. Nasce in particolare per evitare la costruzione della Variante Statale 341 tra il territorio di Samarate e quello di Busto, ma in realtà si appoggia anche a precedenti iniziative di valorizzazione del bosco.

I soci fondatori hanno eletto il primo direttivo: Alessandro Cenci è stato indicato come presidente, Barbara Maggioni è la segretaria, Giuseppe Santangelo il tesoriere.

“Il comitato si propone di operare in campo sociale, culturale ed istituzionale al fine   di   promuovere, rispetto all’area  della Brughiera Boschi di Samarate, anche per la conservazione, la difesa del suolo, dei boschi, dell’ambiente naturale e del territorio, la riduzione del consumo di suolo e la tutela dell’ambiente, anche tramite l’opposizione alla realizzazione della variante alla SS341 , Bretella di Samarate, all’interno e/o in adiacenza al territorio del  Bosco di Samarate”.

La “bretella di Samarate” è una strada con svincoli e raccordi che correrebbe nei boschi parallela all’attuale Statale 341, che da Gallarate scende verso Castano Primo e la valle del Ticino: il nuovo tracciato è previsto nella zona di bosco che sta tra Busto Arsizio e Samarate e le sue frazioni (Verghera e San Macario), connettendosi a Vanzaghello con una prima sezione già realizzata negli anni Duemila fino alla superstrada 336.

Un’area esposta al consumo di suolo

È una delle opere che stanno aumentando la pressione – tra infrastrutture di trasporto e logistica – sulla zona intorno a Malpensa, nel quadro di una Regione dove il consumo di suolo è in crescita.

Capannoni, strade e piazzali: in 5 anni persi 3158 ettari di terreni fertili

Del progetto si era discusso intensamente all’inizio degli anni Dieci del Duemila, anche se nel frattempo il contesto sta anche cambiando, come è stato notato anche in una recente polemica sul tema.

Il nuovo comitato

Il Comitato Salvaguardia Boschi di Samarate ovviamente ha già attivato anche i suoi canali social, con pagina facebook (qui) e account Instagram (qui), oltre alla mail comitatoboschisamarate@gmail.com .

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 06 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore