Un anno speciale per i varesini nella guida del Gambero Rosso

Da segnalare il risultato di Unibirra, una delle 4 birrerie in tutta la Lombardia a conquistare 3 boccali

Personaggi generiche

L’edizione 2023 della prestigiosa guida “Ristoranti d’Italia” pubblicata dal Gambero Rosso ha riservato una importante novità per il panorama gastronomico e birrario della provincia di Varese.

Sono diciassette i locali premiati in provincia di Varese: alcuni di loro fanno parte anche della prestigiosa Guida Michelin, come La Tavola de Il Porticciolo di Laveno Mombello (Chef Riccardo Bassetti) ,  MaRiNa di Olgiate Olona (Chef Rita Possoni) e Acquerello di Fagnano Olona (Chef Silvio Salmoiraghi), altri sono locali storici o simbolo della migliore cucina dell’area dei Sette Laghi: dall’Osteria del Sass a Besozzo a Ilario Vinciguerra restaurant a Gallarate, da Il Sole di Ranco al Crotto Valtellina di Malnate.

Molte le conferme, alcune le piacevoli novità: come per esempio L’Osteria d’Alberto a Brissago Valtravaglia o il Blend 4 ad Azzate, che hanno meritatamente conquistato la loro prima forchetta.

DUE BOCCALI A UNIBIRRA: È UNA DELLE 4 BIRRERIE IN LOMBARDIA

Tra i riconoscimenti varesini c’è da segnalare però in particolare i “Due Boccali” assegnati a Unibirra, il locale di Varese che da un decennio affianca una vasta selezione di birre, una cucina con ricette “brassicole” e una proposta culturale che comprende corsi per appassionati e addetti ai lavori.

Un risultato straordinario, quello comunicato dal Gambero Rosso: perchè Unibirra è una delle sole quattro birrerie in Lombardia che hanno ottenuto i “Due Boccali” e si inserisce a pieno titolo nell’olimpo della ristorazione di stampo birrario in Italia.

«Per il nostro locale essere presenti sulle pagine di “Ristoranti d’Italia 2023” è motivo di grande orgoglio» spiegano in coro i tre soci fondatori di Unibirra, Silvana Giordano, Samantha Belli e Stefano Baladda. «Siamo molto contenti perché è un riconoscimento ufficiale che premia sia il lavoro dello staff sia la dedizione che in tutti questi anni abbiamo messo nella nostra passione e nella nostra missione. Ovvero quella di mettere a disposizione del pubblico la cultura della birra, un obiettivo intorno al quale ruota tutta l’attività di Unibirra a Varese».

TRE I LOCALI CITATI DALLA GUIDA A VARESE

Unibirra è uno dei tre ristoranti citati tra quelli che hanno sede nel capoluogo. Insieme al locale di Calcinate del Pesce ci sono due capisaldi della migliore ristorazione nella città giardino: l’affascinante ristorante Luce, situato all’interno della villa Museo Panza di Biumo Superiore, bene FAI nonchè museo d’arte moderna nato dalla collezione di Giuseppe Panza, e il ristorante Colonne al Sacro Monte di Varese dove, a un passo dalla funicolare e davanti ad un panorama che arriva fino a Milano vi serve una cucina raffinata lo chef che ha cucinato per i grandi del G8 di Genova, Silvio Battistoni.

I DICIASSETTE VARESINI TOP PER IL GAMBERO ROSSO

Blend 4 – Azzate
Osteria del Sass – Besozzo
Osteria d’Alberto – Brissago Valtravaglia
Flora – Busto Arsizio
Acquerello – Fagnano Olona
Posteria San Rocco – Gallarate
Ilario Vinciguerra restaurant – Gallarate
La Tavola dell’Hotel Il Porticciolo – Laveno Mombello
Crotto Valtellina – Malnate
Acqua Restaurant – Olgiate Olona
Ma.Ri.Na – Olgiate Olona
Olio – Origgio
La Piazzetta – Origgio
Il Sole di Ranco – Ranco
Colonne – Varese
Luce – Varese
Unibirra – Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore