Vince la Pro Patria: derby col Lecco targato capitan Fietta e Stanzani

Dopo 90 minuti di battaglia allo Speroni finisce 2 a 0: i gol nel secondo tempo del Capitano e attaccante bolognese, alla sesta rete personale. I tigrotto salgono a 25 punti

Pro Patria - Triestina 6.11.22 (2-1)

Terzo risultato utile consecutivo per la Pro Patria che a distanza di tre giorni dal pareggio col Pordenone vince il derby casalingo col Lecco, con lo stesso risultato dell’ultimo match andato in scena tra le due squadre lo scorso maggio, ai tempi dei playoff: 2 a 0.

A decidere quella che è stata forse la miglior prestazione stagionale dei tigrotti, saliti a 25 punti in classifica, il capitano Giovanni Fietta e Leonardi Stanzani, entrambi a segno nella ripresa (55′ e 75′), dopo che il primo tempo si era conclusa 0 a 0 nonostante l’opportunità mancata – stampata sul palo – di Castelli dal dischetto al 23′ per un fallo di mani di Battistini.

LE FORMAZIONI

Sul campo bagnato dello Speroni di Busto Arsizio squadre schierate a specchio al fischio di inizio ma con qualche mossa a sorpresa nei rispettivi 352 si mister Vargas e di Foschi. Per i biancoblu l’allenatore cileno, oggi in polo e berretto a discapito del freddo, piccolo turnover nella linea a tre (Sportelli, Lombardoni, Saporetti), dove per la prima volta dall’inizio del campionato il “doc” Andrea Boffelli si accomoda in panchina, forse anche perché diffidato e fondamentale per il match contro il più abbordabile Piacenza. Sulla fascia di destra riconfermato Vaghi, che vince il ballottaggio su Vezzoni, e tutti i titolari, con Fietta in posizione di centrale, mentre ad agire lungo le linee offensive Stanzani e Castelli, i “due” di Pordenone.

Privato del terzino e braccetto destro Celjak (al suo posto Lepore con Enrici e Battistini) e con Buso squalificato, per i lariani Foschi lancia in attacco dal primo minuto Mangni in coppia con Pinzauti supportati da Giudici e Rossi come fasce di spinta, a chiudere la cerniera composta da Latki, Girelli e Galli. 

PRIMO TEMPO

Primi 45’ dal ritmo letteralmente forsennato, quasi cestistico, e fatto di continue transizioni, anche se, come vuole ormai la tradizione bustocca, si va negli spogliatoi sempre sullo 0 a 0.

Parte meglio il Lecco, poi cresce la pro Patria ma solo due sono le chance sotto porta, come due sono i tiri nello specchio, uno per parte.

I tigrotti sono i primi ad avere la possibilità di portarsi in avanti, al 23’, quando Castelli centra in pieno il palo su calcio di rigore.

A conquistare la massima punizione dagli undici metri lo stesso numero 30, che grazie alla caparbietà di Fietta su una seconda palla spiovente a campanile, aveva controllato nell’area difesa dai blucelesti in maniera simile a quanto fatto a Lignano Sabbiadoro, solo che il suo tiro va a sbattere sulla mano di Battistini e quindi il direttore di gara Maggio assegna il penalty, fallito.

A tre minuti dalla fine del primo tempo, senza recupero, invece l’unica grande occasione del Lecco, un triangolo sull’asse lunga formata da Doudou Mangni e Giudici: scarico della punta sull’esterno, cross in area verso l’attaccante olginatese dal passato portoghese che, passato alle spalle di Fietta, conclude l’azione da dentro l’area piccola con un passaggio fioco a Del Favero.

SECONDO TEMPO

La ripresa è un walzer di cambi tra campo e panchina (per i tigrotti subito dentro Vezzoni, per le aquile lacustre cambio di look del centrocampo), con gli acuti che vengono sulla trequarti, anzi sulla 3/4 – per rispettare il pentagramma.

Da fuori area arriva infatti il gol che, al 55’, indirizza le sorti del match, nel segno del capitano: traversone in area del solito motorino di sinistra Nrecka, colpo di testa di Stanzani respinto con un grande riflesso da Melgrati, sul rimbalzo si avventa a Nicco, quest’ultimo, quasi da pivot sotto canestro, serve nuovamente Stanzani che rinuncia al tiro, girandosi e trovando il rimorchio di Fietta: il capitano sbuca tra le linee e da fuori area colpisce sotto il sette dove Melgrati non può nuovamente superarsi.

Cambia il punteggio ma non il copione della partita: tanta lotta e tanti cartellini in pochi minuti – quasi tutti, 5, per il Lecco, fatta eccezione per il giallo mostrato al diffidato Nicco per predita di tempo. Al 69’ con un potente destro da fuori area e di poco vicino all’incrocio Stanzani prende le misure della porta, che graffierà definitivamente al 75’ in occasione del 2 a 0.

Da una mischia area vinta da Ferri, il subentrato Piu per la seconda partita consecutiva ha la lucidità di pensiero per dare vita all’azione che in pochi secondi – questa volta con un colpo di prima – manda in porta il compagno Stanzani: solo davanti all’estremo difensore il numero 7 dopo l’assist mette a segno anche il gol: il secondo consecutivo, il sesto stagionale, quello che chiude la partita.

LE PAROLE DI VARGAS E DI CAPITAN FIETTA

Vargas: “Grandi meriti della squadra: superata al meglio una settimana impegnativa”

LE PAGELLE DELLA PRO PATRIA:

Pagelle Pro Patria: Castelli resta al palo, gol con fascia e dedica per Fietta

RIVIVI LA DIRETTA

Calcio, Serie C: Pro Patria – Lecco in diretta

AURORA PRO PATRIA 1919 – LECCO     2 – 0   (0 -0)

Marcatori: 10′ s.t. Fietta (PPA), 30′ s.t. Stanzani (PPA).

 

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Del Favero; 6 Sportelli, 19 Lombardoni, 4 Saporetti; 2 Vaghi (1′ s.t. 11 Vezzoni), 10 Nicco, 16 Fietta, 25 Ferri (39′ s.t. 20 Gavioli), 3 Ndrecka (42′ s.t. 13 Boffelli); 7 Stanzani (39′ s.t. 32 Pitou), 30 Castelli (21′ s.t. 27 Piu).

A disposizione: 22 Cassano, 5 Molinari, 17 Citterio, 18 Piran, 24 Caluschi. All. Vargas.

 

LECCO (3-5-2): 1 Melgrati; 32 Lepore, 13 Battistini, 5 Enrici; 7 Giudici (38′ s.t. 19 Longo), 21 Girelli, 96 Galli (24′ s.t. 15 Maldonado), 8 Lakti (15′ s.t. 20 Ilari), 30 Rossi (15′ s.t. 23 Zambataro); 18 Pinzauti, 90 Mangni (1′ s.t. 10 Scapuzzi).

A disposizione: 22 Stucchi, 97 Maffi, 3 Maldini, 4 Sangalli, 6 Pecorini, 14 Stanga, 98 Zuccon. All. Foschi.

 

ARBITRO: Enrico Maggio della Sezione di Lodi (Mattia Regattieri della Sezione di Finale Emilia e Ferdinando Pizzoni della Sezione di Frattamaggiore. Quarto Ufficiale Giorgio Bozzetto della Sezione di Bergamo).

 

Angoli: 3 – 6.

Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t.

Ammoniti: Girelli, Ilari, Giudici, Lepore, Melgrati (LEC); Nicco (PPA).

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 04 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Foto

Vince la Pro Patria: derby col Lecco targato capitan Fietta e Stanzani 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore