Dalla brughiera alla corsa per il Pirellone: Walter Girardi candidato con Majorino

Noto per l'impegno sul fronte ambientale a partire dall'area di Malpensa, sarà nella Lista Majorino come rappresentante del movimento Possibile. "Ambiente e diritti i temi che porterò"

politica generiche

Iniziano a venire allo scoperto i candidati alle prossime elezioni regionali del 12-13 febbraio 2023 in Lombardia. Succede nei partiti e anche nelle liste di appoggio ai candidati presidenti: ultima novità la corsa al Pirellone di Walter Girardi, noto in particolare per l’impegno sul fronte ambientale, che si candida nella Lista Majorino.

«Non è una candidatura personale, ma una scelta fatta dal gruppo di Possibile» chiarisce Girardi, che dalle origini del movimento guidato da Pippo Civati è uno dei referenti per l’area del Basso Varesotto. «Abbiamo iniziato a interloquire con la coalizione dopo il superamento dell’Alleanza Verdi Sinistra (in cui c’era una rappresentanza di Possibile, ndr). Anche su suggerimento di Majorino abbiamo alla fine deciso di aderire a questo patto civico nella lista a suo sostegno».

Con Alice Ambrosini (su Milano), Girardi è uno dei nomi certi che Possibile schiera nella civica di Majorino. Quali sono i temi che porterà nella corsa al Pirellone? « Diritti, ambiente, transfemminismo», sintetizza Girardi, che ha girato mezza Lombardia già ai tempi delle politiche, sui temi ambientali, che sono anche al centro della sua vita professionale.

Rispetto a questo tema, dice che la priorità è data dalla «questione dei cambiamenti climatici e dalla gestione del territorio, in particolare rispetto alle infrastrutture: serve un salto di qualità che richiesto appunto dalla crisi climatica. Occorre fare il passaggio da una visione anni Ottanta – in  cui le opere vanno mandate avanti tutte, senza discuterle – a una visione in cui si investe sulle opere realmente necessarie e riducendo il più possibile l’impatto ambientale. Gli strumenti esistono, a partire dalla VAS (Valutazione Ambientale Strategica) e VIA: non sono ostacoli, come sono stati interpretati fin qui. E lo strumento fondamentale è il Piano d’Area, prioritario e privilegiato, anche come strumento di coinvolgimento: serve una visione futura del territorio. Investire sull’ambiente, poi, significa non solo proteggere ma creare anche lavoro, sempre trascurato da Regione Lombardia in questi anni».

Girardi terrà il momento di lancio ufficiale della sua candidatura il 15 gennaio, dalle 19.30, al Circolo Quarto Stato di Cardano al Campo, vicino a Malpensa, sede anche di sezione di Possibile.

La Lista Majorino in provincia di Varese è coordinata da Walter Andreazza, tra le candidature già emerse c’è anche un altro storico rappresentante della sinistra ambientalista, Dino De Simone, ex assessore e oggi consigliere comunale a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore