Eolo-Kometa, svelate le maglie per la nuova stagione firmate da Gobik

Per il terzo anno consecutivo sarà l'azienda spagnola a vestire la squadra di Basso e Contador. Oltre al main sponsor ci sono altri due marchi varesini sulla divisa

Le maglie 2023 dell\'Eolo Kometa Cycling Team

Come da regolamento internazionale, dal primo gennaio le formazioni del ciclismo professionistico possono svelare ufficialmente i materiali che saranno utilizzati nel nuovo anno, in questo caso nel 2023. In particolare, il Capodanno è il giorno in cui i diversi team mostrano le maglie e i pantaloncini che saranno usati durante le corse.

Non fa ovviamente eccezione la Eolo-Kometa, la formazione italiana che fa capo alla famiglia Contador e al “nostro” Ivan Basso e che ha la propria base operativa a Besozzo grazie alla presenza del main sponsor “targato Varese”. In questo terzo anno tra i team con licenza Professional, la Eolo ha confermato la collaborazione con l’azienda di abbigliamento sportivo Gobik che ha sede a Yecla, in Spagna, nella regione di Murcia (da quest’anno vestirà anche il team Movistar). A indossare per primo i nuovi capi è stato Vincenzo Albanese, una delle “punte” della squadra che nel 2022 ha colto una vittoria al Tour du Limousin.

Come nelle annate precedenti, il colore dominante della divisa sarà “l’azzurro Eolo” sempre più presente sulla maglia da corsa dove, per il resto, ci sono scritte bianche e un pizzico di verde (sul bordo delle maniche) che è la tonalità del secondo sponsor, il salumificio valtellinese Kometa. Tra gli altri marchi che compaiono ci sono quelli di altre due aziende varesine e cioé Elmec sul colletto e Dinamo (la nuova avventura imprenditoriale di Luca Spada) sulla parte sinistra del petto e sulla zona alta dei pantaloncini. Questi ultimi saranno di nuovo neri con i nomi commerciali in bianco.

Quel che cambia non si vede a prima vista: Gobik parla infatti della scelta di un nuovo tessuto “texturizzato” sulle maniche e sulla parte alta della schiena che serve a migliorare l’aerodinamica. Sono inoltre state inserite fasce elastiche (maniche e nella zona della pancia dei corridori) per garantire una migliore vestibilità. Come sempre gli indumenti sono leggerissimi (ancor più del 2022) mentre anche i pantaloncini sono stati realizzati su un nuovo progetto ancora più adeguato alle necessità degli atleti.

Un’altra conferma riguarda le biciclette utilizzate dalla Eolo-Kometa: anche in questo caso il costruttore è spagnolo, la Aurum, con il modello Magma che è stato sviluppato proprio in collaborazione con Basso e Contador.

La Eolo dovrebbe vestire per la prima volta le nuove divise in Argentina: il team infatti dovrebbe prendere parte alla Vuelta a San Juan con una formazione che dovrebbe contare sull’ungherese Fetter, sugli italiani Fancellu e Gavazzi e sugli spagnoli Tercero e Serrano. Tra fine mese e inizio febbraio quindi il team parteciperà alle gare del calendario spagnolo: lo scorso anno cominciò con una vittoria alla prima corsa, quella di Giovanni Lonardi nella Classica Valenciana.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 02 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore