Varese News

Ferno e Samarate rinnovano il ricordo dei Cinque Martiri

Il programma della celebrazione dei cinque giovani partigiani uccisi a sangue freddo nei dintorni di Ferno all’alba – appunto – del 6 gennaio 1945

cinque martiri Ferno

Onorare la memoria, per non dimenticare. Domani, venerdì 6 gennaio, i Comuni di Ferno e Samarate, ricorderanno i Cinque Martiri, nel corso della cerimonia istituzionale che si snoderà tra i due Comuni. (La foto risale alle celebrazioni dell’anno scorso)

Ferno, 5 gennaio 1945

I cinque giovani partigiani erano Silvano Fantin, Nino Locarno, Claudio Magnoli, Dante Pozzi e Paolo Salemi. Per lo più originari della zona, dall’autunno erano parte della “Prima Brigata Lombarda”, una formazione che si muoveva tra Alto Milanese e Novarese, a ridosso del fiume Ticino, ed era guidata dal fernese Antonio Jelmini “Fagno”.

In quel duro periodo invernale – con i boschi “nudi” e le difficoltà di trovare cibo – erano per lo più di base a Mezzomerico in terra piemontese, ma il rastrellamento nel Novarese e un’operazione a Lonate Pozzolo li aveva riportati nei giorni a cavallo tra 1944 e ’45.

Il gruppo si era fermato ai margini del paese di Ferno, alla Cascina Brabbia. Era una posizione rischiosa, vicino all’abitato, ma si trovavano dal lato verso la valle del Ticino, che assicurava possibilità di movimento e fuga: quando furono sorpresi dai fascisti una parte (con il comandante Fagno) riuscì a sganciarsi, ma cinque rimasero intrappolati, complice anche la neve alta che ostacolava i movimenti. Si difesero sparando, ma i più vennero uccisi a sangue freddo, quando si erano arresi.

Il programma

Si parte alle 8.45 a Verghera di Samarate, in via Indipendenza, dove c’è la scuola primaria “De Amicis”: da qui partirà il corteo per la commemorazione e la deposizione della corona.

Alle 9.30 ritrovo al monumento in memoria del Comandante di Brigata Fagno a Ferno (in via Garibaldi, 29). A seguire il corteo con la deposizione della corona al monumento ai Cinque Martiri vicino alla scuola primaria “Bonetta”.

Si prosegue alle 10.15 in sala consiliare a Ferno (in via Roma, 51) per la commemorazione ufficiale con gli interventi delle autorità, il consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, delle classi quinte della primaria “Bonetta” di Ferno, della professoressa dell’Università dell’Insubri Paola Biavaschi, e dei rappresentanti di Anpi.

Alle 11 è in programma la santa Messa nella chiesa ss. Martino e Antonio di Ferno; a seguire, alle 12, la celebrazione si concluderà con la deposizione delle corone al cimitero di Ferno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore