Maurizio Bettini apre le iniziative peri cento anni del liceo Crespi di Busto Arsizio

Il 26 gennaio, il filologo e scrittore terrà agli studenti del liceo classico una lezione sui diritti umani nel mondo antico. L'evento potrà essere seguito anche in streaming

aula magna liceo crespi 2014

Sarà il professor Maurizio Bettini, filologo e scrittore,  ad inaugurare le celebrazioni del Centenario del Liceo Crespi di Busto Arsizio, con una lezione aperta con gli studenti del Liceo classico sul tema dei diritti umani nel mondo antico.
Gli studenti, dopo aver letto e discusso in classe l’opera di Bettini “Homo sum. Essere «umani» nel mondo antico” (Einaudi, 2019), dialogheranno con l’autore sul tema del senso di umanità di Greci e Romani, sulle figure fragili del mondo antico e moderno (come il profugo, la donna, lo straniero, lo schiavo) e sul rapporto tra diritto e dovere dell’accoglienza e dell’integrazione dell’uomo migrante.

Un momento di confronto tra l’antico e il moderno che, come nella natura del liceo classico, si propone di far dialogare questi due mondi per capire sempre meglio il presente. Un esame di analogie e differenze tra noi e gli antichi, per capire se e quanto sappiamo ancora rispettare «le leggi più antiche del mondo».

Appuntamento per gli studenti il 26 GENNAIO 2023 alle ore 14.30 presso l’Aula Magna del Liceo Crespi e per tutti gli interessati in streaming, disponibile al link:

https://meet.google.com/wpw-hnkq-gkk?authuser=0

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore