Via al Rallye Monte Carlo: Mauro Miele al via con un titolo mondiale da difendere

Il veterano di Olgiate Olona è alla quinta partecipazione consecutiva al "Monte" e sarà di nuovo in lizza per la WRC Masters Cup vinta nel 2022. Per lui una Skoda Fabia di ultima generazione

mauro miele rally

Al via di uno dei rally più prestigiosi al mondo – forse il più prestigioso di tutti – con una corona di campione mondiale da difendere. Una situazione invidiabile quella di Mauro Miele, classe 1956, che da oggi – giovedì 19 gennaio – sarà al volante di una Skoda Fabia Rally2 nuova di zecca (ed evoluta ai massimi) sulle strade del sud della Francia per disputare la 91a edizione del Rallye Monte Carlo.

Miele sarà affiancato da Luca Beltrame, il navigatore piemontese con cui da tempo fa coppia fissa e con cui nel 2022 ha ottenuto una delle più grandi soddisfazioni di una carriera impareggiabile a due e quattro ruote. Nella scorsa stagione infatti, il pilota di Olgiate Olona ha vinto il titolo mondiale master, ovvero quello messo in palio nel WRC tra quei piloti che hanno superato i 50 anni di età. (foto Skoda Motorsport/DreamOne Racing)

Ma si sa, l’appetito vien mangiando e per uno sportivo che è stato “cannibale” in tante discipline – dall’enduro in moto all’off-road con le jeep sino appunto al rally – questa massima è più attuale che mai. Miele quindi, insieme alla DreamOne Racing che è la struttura “di famiglia”, ha deciso di tornare in lizza per il titolo iridato (la denominazione ufficiale è WRC Masters Cup) e dopo il “Monte” parteciperà anche al Rally di Svezia. Gli avversari non mancheranno: nel Principato tra gli altri ci sarà anche il francese François Delecour che nel ’94 vinse la gara monegasca assoluta con una Ford Escort Cosworth.

L’equipaggio della DreamOne Racing è sul posto da diversi giorni, anche perché non ha avuto tempo di testare la nuovissima Fabia in altri contesti. Miele e Beltrame però hanno maturato una buona esperienza al “Monte” visto che hanno preso parte alle ultime quattro edizioni: nel 2022 il risultato migliore con il 17° posto assoluto oltre alla vittoria tra i Masters che ha aperto la strada verso il titolo finale. A dare manforte ci saranno anche i ricognitori: Miele si affida al “Re del Laghi” Beppe Freguglia e ad Andrea Sassi; anche il varesino Andrea Crugnola (campione d’Italia in carica) sarà nel Principato con questa veste per dare una mano a Filippo Marchino e a Pietro Ometto, ovvero al navigatore che lo affianca nel tricolore.

Un anno ricco di imprese sportive: i momenti indimenticabili del 2022

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 19 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore