“Le cose facili non fanno per me”: Miele sfida il Monte-Carlo a 63 anni

L'esperto pilota di Olgiate Olona è pronto per la prima gara del Mondiale Rally con una Citroen Wrc: «Amo le sfide stimolanti, voglio arrivare in fondo»

rally citroen ds3 mauro miele scuderia olonia

Il celebre Rallye Monte-Carlo, storica prova che si disputa a gennaio per aprire il calendario del Mondiale pur rappresentando per tanti versi una “gara a sé”, vedrà al via un solo equipaggio italiano nella categoria WRC, quella che allinea le vetture dotate di maggior potenza.

Non un binomio qualunque: sulla Citroen Ds3 numero 20 infatti prenderanno posto Mauro Miele e Luca Beltrame, con il pilota di Olgiate Olona che si allaccerà il casco proprio nei giorni in cui festeggerà il proprio 63° compleanno (la data esatta è sabato 26 gennaio, la gara si concluderà domenica 27).

«Al sabato in abitacolo, però bisogna arrivarci» scherza l’espertissimo driver varesotto nei giorni che precedono la partenza per il Principato, ore importanti nel mettere a punto tutti i dettagli di una “spedizione” complicata per le tante variabili che impone una prova del genere. Miele è all’esordio nella gara monegasca e alla seconda partecipazione iridata: ad aprile 2018, sempre con Beltrame sul sedile di destra, riuscì a togliersi uno “sfizio” al quale pensava da anni, quello di partecipare a una gara del Mondiale: al Tour de Corse concluse con un bel 16° posto assoluto, secondo degli italiani.

luca beltrame mauro miele rally tour de corse 2018
Beltrame e Miele al termine del Tour de Corse 2018

Ora l’asticella è ancora più alta: «Tutti possono fare le cose facili: io sono per le sfide stimolanti – sottolinea il pilota di Olgiate – e così ho deciso di partecipare a un rally particolare e duro. Nella mia carriera non ho mai affrontato gare con neve, ghiaccio e sporco, proprio le caratteristiche del Monte-Carlo, quindi anche da questo punto di vista si tratta di una sfida speciale».

Miele e Beltrame sono anche stati “traditi” dal meteo di questo periodo: «In programma avevamo appunto alcune prove su strade innevate e ghiacciate, ma le alte temperature ci hanno costretto a rinunciare. Così mi sono preparato soprattutto dal punto di vista fisico: piscina, corsa a piedi, palestra con l’obiettivo di tenere il cervello reattivo anche sotto sforzo. La concentrazione e i riflessi pronti saranno particolarmente importanti in un rally come il “Monte”».

rally mauro miele
Miele in gara al Tour de Corse

La Olonia Corse, il team di casa-Miele, si avvarrà di alcune collaborazioni fondamentali nella circostanza: «Avremo due ricognitori come Fabrizio Gallio e Nicolò Gonella: Gallio lavora da anni per Michelin anche se ora non si occupa più dei rally e la sua esperienza sarà fondamentale perché il regolamento ci obbliga a usare le gomme francesi con la Wrc e non le Pirelli che utilizziamo di solito. Gonella ha già svolto questo compito, è molto bravo: entrambi saranno fondamentali nel comunicarci le condizioni del tracciato e del meteo in tempo quasi reale». E poi è confermata la collaborazione con PH Sport, il team direttamente collegato a Citroen: «Per il “Monte” – spiega di nuovo Miele – è necessario avere una serie di figure ulteriori a livello di assistenza e PH Sport integrerà i nostri tecnici fornendo la grande esperienza che hanno in questa gara, che tra l’altro hanno vinto proprio con la Ds3».

L’obiettivo, ovviamente, non può essere quello della classifica visto che la tappa d’esordio del Mondiale vedrà al via tutte le case ufficiali e i piloti più forti del panorama internazionale (dal campione uscente Ogier a Neuville, da Latvala a Tanak fino al leggendario Loeb al volante di una Hyundai). Miele e Beltrame però vogliono divertirsi, trovare il ritmo giusto e migliorare prova dopo prova con l’intento di arrivare al termine del “Monte Carlo” a testa alta.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore