L’Europa è ancora dolce per la Busto Bpm

La squadra di Baldineti batte anche i tedeschi dello Spandau (8-6) e consolida il secondo posto nel girone di Len Champions League

cristiano mirarchi busto bpm pallanuoto sport management

La versione europea della Busto Bpm continua ad affascinare, anzi ad abbagliare. E a rimanere accecati davanti alle giocate della squadra di Marco Baldineti sono questa volta i temuti tedeschi dello Spandau 04: la formazione berlinese, giunta alle “Manara” per recuperare terreno sui Mastini in ottica Final Eight ripartono per la Germania senza punti e con un 8-6 che non ammette repliche.

Sempre avanti la Sport Management, avvicinata solo a -1 in una circostanza (sul 6-5 in avvio di quarta frazione) ma capace di non tremare nel finale e, anzi, di mettere il risultato al sicuro e conseguentemente di consolidare un secondo posto nel girone che ha dell’incredibile, visto che i bustocchi sono una matricola – per quanto importante – a questi livelli, rispetto alle avversarie.

La partita comincia bene per la Busto Bpm, con Luongo a segno dopo circa 2′ di gioco e con Mirarchi (foto in alto / Squarzanti) autore del 2-0 dopo il miracolo del portiere ospite Baksa su Alesiani. Prodezza “resa” sul fronte opposto da Lazovic, eccellente nel neutralizzare il tiro di Kuc. Una superiorità dello Spandau vale il 2-1 di fine primo quarto a pochi secondi dalla sirena (rete di Restovic), ma Dolce porta la partita sul 3-1 all’inizio del periodo successivo su asist di Fondelli. L’allungo bustocco è firmato Damonte e Alesiani: gli italiani si trovano addirittura avanti 5-1 e successivamente 6-2 quando è Di Somma a realizzare. Ancora una volta, il finale di periodo è però berlinese, con Strelezkij autore del 6-3 di metà gara.

Dopo il cambio vasca il punteggio resta congelato a lungo e si sblocca solo al 6′ grazie a Saudadier per l’unica marcatura della frazione, anche perché di nuovo Lazovic si oppone alle conclusioni ospiti. Il massimo sforzo dello Spandau però porta i tedeschi sul 6-5 grazie di nuovo a Saudadier, ma l’illusione berlinese dura poco: la Sport Management sfrutta al meglio una superiorità e riallunga sul 7-5 con Mirarchi. E poco dopo la prodezza di Fondelli dai 6 metri mette al sicuro il risultato, tanto che la rete finale dello Spandau serve solo a mandare agli archivi il match sull’8-6.

«Vittoria meritata contro una squadra forte – è il commento a caldo di Baldineti – Abbiamo disputato due tempi ad alta intensità, poi siamo calati nel terzo quando loro hanno cambiato tipo di gioco, ma alla fine siamo riusciti a portare a casa la partita. In altre occasioni lo Spandau aveva rimontato avvii sfavorevoli ma è la classica squadra tedesca che riesce sempre a trovare energie. Segnare il 7-5 con l’uomo in più è stato fondamentale anche se avremmo potuto sfruttare prima altre occasioni».

CLASSIFICA girone B (dopo 6 giornate)
Jug Dubrovnik* 15; BUSTO BPM 13; Olympiacos Pireo 11; Mladost Zagabria* 8; Szolnoki Dosza 6; Spandau 04 Berlino 4; Jadran Spalato, Hannover 3.
* una partita in meno

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore