Varese News

Una serata sul lavoro rubato dai migranti. Quanto è vero?

La organizza la rete di associazioni e partiti "Bust'occhi aperti sul mondo" per questa sera (venerdì 1 febbraio) ai Molini Marzoli

Un teatro per conoscere meglio i migranti

Nel clima surriscaldato attorno alle politiche dell’accoglienza, la rete bustocca di associazioni, comunità e partiti solidali con i migranti e i richiedenti asilo “Bust’Occhi aperti sul mondo” torna a proporre in città una riflessione legata al tema del lavoro.

In particolare, venerdì 1 febbraio, verrà approfondito il tema dei posti di lavoro presumibilmente tolti dai migranti agli italiani.

Si intitola, infatti, “Quanto lavoro ci rubano profughi e migranti” l’incontro che si svolgerà alle ore 21.00 presso la Sala Tramogge dei Molini Marzoli e che vedrà come relatori Jean-Pierre Cassarino, docente al collegio d’Europa di Varsavia, esperto di economia e dinamiche sociali delle migrazioni, membro del comitato di redazione delle riviste scientifiche “The international spectator” e “Journal of immigrant and refugee studies”, e il responsabile del settore migranti della Camera del lavoro di Varese Jacques Amani.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 01 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore