Varese News

Nazione Rom segnala a Mattarella la vicenda dei sinti. “Dossier trasmesso al Viminale”

Marcello Zuinisi, che rappresenta un'associazione dei nomadi italiani, aveva inviato la segnalazione al Quirinale. "Che ora ha inviato le carte al Prefetto Matteo Piantedosi"

sinti via aleardi

«Il Quirinale non ha potere di fermare lo sgombero dei sinti, ma ha inviato la pratica al capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno Piantedosi». È l’approdo della nuova iniziativa lanciata da Marcello Zuinisi, dell’Associazione Nazione Rom, una delle sigle che rappresentano il mondo dei nomadi italiani, tra cui anche i sinti.

La richiesta di Zuinisi è ovviamente quella di sospendere lo sgombero delle famiglie sinti di Gallarate che – allontanati dal campo comunale – a fine febbraio hanno occupato con le loro roulotte e camper il terreno di via Aleardi (oggi in via Aleardi è una minima parte delle famiglie, le altre vivono in strade e parcheggi di Gallarate). La richiesta è stata inviata da Zuinisi direttamente alla Presidenza della Repubblica ed è stata poi presa in carico dal Prefetto Emilia Mazzuca, dell’ Ufficio Affari Interni del Quirinale. Che nella giornata del 26 marzo ha trasmesso il documento ricevuto di Nazione Rom al Viminale, a quel Prefetto Matteo Piantedosi (Capo Gabinetto del Ministero retto da Matteo Salvini) che già più volte è stato evocato nella vicenda dei sinti di Gallarate, come in altri casi, in quanto firmatario della direttiva che indicava i princìpi da applicare nei casi di sgomberi.

E proprio a questo si rifà ancora una volta Zuinisi: «Nessun nucleo familiare in condizione di fragilità e povertà potrà essere messo arbitrariamente sulla strada: “il diritto di proprietà recede a fronte di quelle situazioni che possono pregiudicare l’esercizio da parte degli occupanti degli impellenti ed irrinunciabili bisogni primari”, come previsto dalla direttiva emanata dal Viminale. La stessa recita: “sarà cura degli enti preposti, compiere valutazioni approfondite ed individuare le soluzioni che possano permettere di sostenere i percorsi di inclusione sociale delle persone in situazione di fragilità, anche all’interno di complessive strategie di intervento condivise con le Regioni”».

Zuinisi vede, nel passaggio della documentazione dal Quirinale al Viminale, non un passaggio burocratico ma «un sostegno alla nostra iniziativa»: «Il Quirinale non ha il potere di fermare lo sgombero, ma è un segnale di attenzione. Noi ci eravamo appellati proprio al Presidente della Repubblica, in occasione della marcia di Treviso, perché quanto sta accadendo ai sinti non succede solo a Gallarate ma in vari luoghi d’Italia». E sottolinea come, nel passaggio dalla massima istituzione repubblicana, siano passate le informazioni trasmesse da Nazione Rom: «Ora non si può fare finta di niente».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 28 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore