Varese News

Finti vigili bussano alla porta: “La sua acqua è contaminata”

La truffa non è andata a buon fine, grazie alla reazione dell'anziano che ha spinto i truffatori ad allontanarsi. L'invito del sindaco Ventimiglia: "Segnalate le persone sospette"

truffa

Ancora un caso di truffatori in azione “in divisa”.

È successo a Golasecca. Giovedì mattina, due uomini sui 30 anni, hanno messo in atto il loro piano truffaldino con la tecnica “dell’acqua contaminata”. Vittima designata, un anziano cittadino di Golasecca, che però non si è fatto trarre in inganno. I due si sono finti agenti di Polizia Locale del Comune di Golasecca con tanto di pettorina e cappellino: quando il loro piano non è andato a buon fine si sono allontanati facendo perdere le proprie tracce.

«Il nostro vero Agente di Polizia Locale, il sottoscritto ed alcuni iscritti al Controllo del Vicinato cittadino – si sono attivati al fine di rintracciare e segnalare i malintenzionati, ma con esito infruttuoso» spiega il sindaco Claudio Ventimiglia. Che rinnova come in passato l’invito a segnalare «soggetti sospetti e sconosciuti che si aggirano per il paese, soprattutto se si avvicinano con fare circospetto ad abitazioni abitate da soli anziani». I canali? Il 112, l’Ufficio di Polizia Locale di Golasecca al 0331959414 o la chat del CDV (Controllo del Vicinato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore