Dopo i fatti di Gallarate, Fratelli d’Italia convoca il direttivo

Andrea Pellicini, che aveva confermato fiducia a Cassani, riunirà il coordinamento provinciale. Martignoni: "Necessaria una verifica complessiva soprattutto su Gallarate, Busto e Cassano"

Giuseppe De Bernardi Martignoni

Fratelli d’Italia sostiene il sindaco di Gallarate Cassani. Ma allo stesso tempo apre la discussione sul destino delle alleanze in provincia, in linea con la posizione della Lega e sulla scia – ovviamente – del terremoto giudiziario che ha travolto una parte di Forza Italia.

«Sosteniamo in modo convinto il sindaco Andrea Cassani, condividendo in pieno le sue decisioni di trattenere per sé la delega all’Urbanistica e di sospendere la variante in corso al PGT» aveva detto già l’altro ieri il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Andrea Pellicini.

«Cassani è una persona perbene, che merita di portare avanti il suo costante impegno amministrativo. I gravi fatti emersi in questi giorni non lo coinvolgono in alcun modo e pertanto FdI, che crede fermamente nel principio di legalità, lo invita ad andare avanti a testa alta.Al contempo, insieme all’assessore Francesca Caruso e al capogruppo Giuseppe Martignoni, intendiamo manifestare piena fiducia nell’azione della Magistratura e della Polizia Giudiziaria, volte costantemente all’accertamento della verità e al contrasto di attività illecite».

«Quel che è accaduto chiede una verifica complessiva soprattutto su Gallarate, Busto e Cassano Magnago, dove abbiamo un ruolo diretto in amministrazione, e in Provincia» dice Giuseppe De Bernardi Martignoni. E anche Pellicini parla di «completo rinnovamento»: «Sono sulla stessa linea della Lega Nord, porterò la stessa posizione al coordinamento provinciale che terreno lunedì sera».

«In Forza Italia tanti ho anche conosciuto tanti buoni amministratori che ho conosciuto in questi anni, dal 2002. De Wolf, Renzo Azzi, Gigi Farioli per dire qualche nome. Ma un rinnovamento è necessario».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 11 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore